Nextville - logo

News e articoli

10 Ottobre 2019

Decreto-legge 'Clima', cosa prevede la bozza pił recente

(Filippo Franchetto)

Ci sono diverse novitą nell'ultima versione disponibile dello schema di decreto-legge che, a meno di sorprese, dovrebbe essere presentato nel Consiglio dei Ministri convocato per oggi alle 16.30.

A seguito delle modifiche apportate dai tecnici dei diversi ministeri coinvolti, quest'ultima versione del provvedimento contiene 11 articoli anzichè 14. Da segnalare in primis la rimozione del progetto di ridurre gradualmente le spese fiscali dannose per l’ambiente indicate nel "Catalogo dei sussidi ambientalmente dannosi", con l'obiettivo di annullarle completamente entro il 2040. Scompare dalla bozza anche la previsione di creare una "Commissione interministeriale per il contrasto ai cambiamenti climatici e la qualità dell’aria".

Sono invece ancora presenti le misure a sostegno della mobilità sostenibile nelle aree metropolitane, ma con alcuni aggiustamenti modifiche rispetto alla versione precedente. Viene istituito un "buono mobilità", con dotazione di 255 milioni di euro, che consiste nell'erogazione di un incentivo pari a:

1.500 euro, per la rottamazione di autovetture omologate fino alla classe euro 3;

500 euro, per la rottamazione di motocicli omologati fino alla classe euro 2 ed euro 3 a due tempi.

Il buono potrà essere utilizzato entro i successivi tre anni, per l’acquisto di abbonamenti al trasporto pubblico locale e regionale e di altri servizi ad esso integrativi, nonché di biciclette anche a pedalata assistita.

Tra le novità contenute nell'ultima bozza segnaliamo anche l'introduzione di un fondo da 40 milioni di euro per finanziare progetti per la creazione, il prolungamento, l’ammodernamento e la messa a norma di corsie preferenziali per il trasporto pubblico locale. Inoltre, è stata innalzata da 15 a 30 milioni la dotazione del programma sperimentale di messa a dimora di alberi, di reimpianto e di silvicoltura, la creazione di foreste urbane e periurbane,

Infine, è stata resa più corposa la parte dedicata ai rifiuti, contenente disposizioni per velocizzare la pianificazione di emergenza per gli impianti di stoccaggio e il trattamento dei rifiuti, e alle campagne di informazione e di formazione ambientale nelle scuole.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google