Nextville - logo

News e articoli

21 Ottobre 2019

Bonus facciate, rischio paralisi per il mercato della riqualificazione

(Maria Antonietta Giffoni)

Rete Irene contesta la decisione del Governo di introdurre una detrazione del 90% per il restauro e il recupero delle facciate. C' il forte rischio di una paralisi dell'intero comparto della riqualificazione energetica del patrimonio edilizio esistente.

Dura la reazione del network di imprese a seguito delle parole del Ministro dei Beni culturali Dario Franceschini, che, su Twitter, ha scritto: "nella legge di bilancio una norma coraggiosa che renderà più belle le città italiane. Con il Bonus facciate un credito fiscale del 90% per chi rifà nel 2020 la facciata di casa o del condominio, in centro storico o in periferia, nelle grandi città o nei piccoli comuni".

Nella lettera inviata al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al Ministro stesso, Rete Irene esprime tutta la sua indignazione per le parole di Franceschini e chiede al Governo "una riflessione più approfondita rispetto alle gravi conseguenze che tale affermazione ha già attivato".

Ha pensato il Ministro - chiede nella lettera Mauro Castoldi, Presidente di Rete Irene - a quali conseguenze avrebbe avuto una tale frettolosa e avventata dichiarazione sul mercato e sull'intera filiera della riqualificazione energetica degli edifici? Senz'altro "la completa destabilizzazione delle trattative in essere, il pericolo concreto dello slittamento dei tempi di delibera e di partenza dei cantieri, il danno economico presumibile a carico delle imprese e degli operatori del settore".

Tutto ciò, per un unico e semplice motivo: chi stava già pensando di fare degli interventi sulla facciata, certamente, dopo una simile dichiarazione, si ferma a pensare per capire se convenga aspettare e accedere al Bonus facciate di prossima emanazione o andare avanti e usufruire dell'Ecobonus già in vigore.
Risultato: "condomini che chiedono di spostare i termini di pagamento delle opere in corso nell’anno 2020 per ottenere il beneficio fiscale del 90%, altri che chiedono di avere delucidazioni sulla tipologia di intervento tecnico da dover adottare (risparmio energetico o abbellimento delle facciate per avere il 90% di detrazione?), progettisti che devono capire quale intervento è corretto progettare, Amministratori di Condominio che devono sapere quale è la giusta delibera da adottare, condomini che devono sapere quale è la giusta decisione da assumere, pena la loro personale responsabilità".

Per evitare la paralisi del settore, Rete Irena chiede al Governo di fare "chiarezza immediatamente e di dare delle risposte efficaci con l’urgenza del caso, anche con una decretazione urgente, per consentire al mercato di cui facciamo parte di non dover subire ulteriori danni ed ulteriori problemi a cui onestamente non siamo in grado di fare fronte".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google