Nextville - logo

News e articoli

29 Novembre 2019

Per il Parlamento Ue emergenza climatica e ambientale

(Redazione Nextville)

Un giorno dopo il via libera alla nuova Commissione europea, il Parlamento approva una risoluzione in cui viene dichiarata l'emergenza climatica e ambientale.

In vista della COP25, la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà dal 2 al 13 dicembre a Madrid, il Parlamento ha approvato una risoluzione che dichiara un'emergenza climatica e ambientale in Europa e nel mondo.

La risoluzione n. P9_TA-PROV(2019)0078, pubblicata in edizione provvisoria ieri 28 novembre 2018, parte dal presupposto che sia assolutamente imprescindibile ingaggiare un'azione immediata e ambiziosa per limitare il riscaldamento globale a 1,5 °C ed evitare una massiccia perdita di biodiversità.

Dichiarando l'emergenza, il Parlamento:

• invita la Commissione, gli Stati membri e tutti gli attori globali, e dichiara il proprio impegno, a intraprendere con urgenza le azioni concrete necessarie per combattere e contenere tale minaccia prima che sia troppo tardi;

• esorta la nuova Commissione a effettuare una valutazione completa dell'impatto climatico e ambientale di tutte le proposte legislative e di bilancio, nonché a garantire che tali proposte siano pienamente in linea con l'obiettivo di contenere il riscaldamento globale entro 1,5° C e non contribuiscano alla perdita di biodiversità;

• riconosce la propria responsabilità istituzionale per quanto riguarda la riduzione della propria impronta di carbonio; propone di adottare proprie misure volte a ridurre le emissioni, inclusa la sostituzione del suo parco veicoli con veicoli a emissioni zero, e invita tutti gli Stati membri a trovare un accordo su una sede unica per il Parlamento europeo;

• esorta la nuova Commissione ad affrontare le incoerenze delle attuali politiche dell'Unione in materia di emergenza climatica e ambientale, in particolare attraverso una profonda riforma delle sue politiche di investimento nei settori dell'agricoltura, del commercio, dei trasporti, dell'energia e delle infrastrutture.

"Il Parlamento europeo ha appena adottato una posizione ambiziosa in vista della prossima COP25 di Madrid - ha dichiarato Pascal Canfin, Presidente della commissione parlamentare per l’ambiente, la salute pubblica e la sicurezza alimentare-. Data l'emergenza climatica e ambientale, è essenziale ridurre le nostre emissioni di gas a effetto serra del 55% entro il 2030. Si tratta inoltre di un messaggio chiaro e tempestivo alla Commissione, alcune settimane prima della pubblicazione della comunicazione sul Green Deal".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google