Nextville - logo

News e articoli

9 Dicembre 2019

Austin, inaugurato centro pionieristico per l'energia geotermica

(Filippo Franchetto)

La Geothermal Entrepreneurship Organization (GEO) riunirÓ ingegneri, ricercatori e imprenditori con l'obiettivo di sviluppare tecnologie e lanciare aziende che siano in grado di far progredire il settore dell'energia geotermica.

La nuova organizzazione, che ha beneficiato di una sovvenzione da 1 milione di dollari da parte del Dipartimento dell'Energia degli Stati Uniti, mira a sfruttare le aree di eccellenza nei geosistemi e nell'ingegneria di perforazione già presenti nell'Università del Texas (UT), per stimolare lo sviluppo e la maturazione della tecnologia geotermica.

L'impegno, infatti, coinvolgerà tutte le aree e i gruppi con competenze pertinenti presso la Cockrell School, la Jackson School of Geosciences, il Bureau of Economic Geology, il College of Natural Sciences e gli oltre 20 centri di ricerca energetica presenti nella UT. Tali competenze verranno inoltre integrate con la vasta comunità di talenti imprenditoriali presenti nel campus e più in generale nella città di Austin.

L'idea di base è molto semplice: utilizzare tutto il capitale di conoscenze accumulato in decenni dal comparto texano del gas e del petrolio per quanto riguarda la perforazione di pozzi tecnicamente complessi, ad alta pressione e ad alta temperatura, trasferendolo verso una fonte pulita e priva di CO2 come quella geotermica. Questo consentirebbe di assistere sul breve periodo a sviluppi incrementali basati su tecnologie esistenti oggi in uso, pertando avanzamenti tecnologici sostanziali, di cui il settore geotermico - a differenza di eolico e fotovoltaico, ad esempio - ha disperatamente bisogno.

Senza contare che l'energia geotermica offre in questo modo alle compagnie petrolifere e del gas una strada per reinventarsi come fornitori di energia sostenibile. Un vantaggio non da poco, visto nell'ottica di una progressiva decarbonizzazione dell'economia globale.

Il lavoro della Geothermal Entrepreneurship Organization è particolarmente importante poichè non punta alle risorse geotermiche superficiali, come quelle presenti ad eempio in Toscana o in Islanda, che sono piuttosto rare. Il focus della GEO, infatti, si concentra sullo sviluppo di tecnologie di perforazione che possono raggiungere (in maniera economicamente conveniente) profondità fino a 9 km e operare a temperature superiori ai 350 °C. Consentendo così potenzialmente una produzione e un utilizzo sicuro e affidabile dell'energia geotermica in qualsiasi parte del mondo.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google