Nextville - logo

News e articoli

10 Dicembre 2019

Batterie di nuova generazione, maxi progetto Ue da 3,2 miliardi

(Filippo Franchetto)

Via libera della Commissione europea al progetto che coinvolge congiuntamente Belgio, Finlandia, Francia, Germania, Italia, Polonia e Svezia, e al quale partecipano 17 imprese europee, nonché piccole e medie imprese ed enti di ricerca.

I sette Stati membri potranno godere di finanziamenti pari a circa 3,2 miliardi di euro, che dovrebbero sbloccare ulteriori 5 miliardi di euro in investimenti privati. Il completamento dell'intero progetto è previsto per il 2031, con tempistiche diverse per ciascun sottoprogetto.

L'obiettivo di questo maxi investimento è di sviluppare tecnologie altamente innovative, che consentano di realizzare batterie agli ioni di litio in grado di durare più a lungo, con tempi di ricarica più brevi e che siano anche più rispettose dell'ambiente rispetto a quelle attualmente disponibili. Le innovazioni dovranno migliorare l'impronta ambientale dell'intera filiera delle batterie: dall'estrazione e lavorazione delle materie prime alla produzione di sostanze chimiche avanzate, fino ad arrivare a sistemi di riciclaggio e riutilizzo delle batterie usate che siano sostenibili e in linea con i principi dell'economia circolare.

"Con l’approvazione della Commissione Ue del progetto comune promosso dall’Italia insieme ad altri sei Paesi membri, si compie un passo importante nella direzione del rafforzamento di una comune strategia industriale europea – ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli. L’obiettivo è quello di supportare le imprese nella produzione di batterie di nuova generazione, con ricadute positive sia in termini di sostenibilità ambientale che di competitività del sistema industriale europeo. Grazie a questa misura, l'Italia mette in sicurezza e consolida - con un piano di investimenti tra fondi pubblici e privati di circa 850 milioni di euro - il suo presidio manifatturiero in questo settore strategico."

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google