Nextville - logo

News e articoli

29 Giugno 2011
Celle solari pił efficienti grazie ai quantum dots
(Emiliano Angelelli)

I ricercatori dell'universitą di Toronto hanno realizzato una nuova cella solare in grado di raggiungere livelli di efficienza energetica fino al 42%.

Le attuali celle solari hanno, infatti, picchi di efficienza non superiori al 31% mentre quelle maggiormente utilizzate sui nostri tetti si aggirano su una media del 14-18%. La scoperta del team di ingegneri canadesi, guidati da Ted Sargent, professore di ingegneria elettrica e informatica, potrebbe rivoluzionare quindi l'uso del fotovoltaico per la produzione di energia elettrica.

La nuova scoperta si basa sui quantum dots (punti quantici) colloidali, semiconduttori nanocristallini in soluzione colloidale. Il limite delle attuali celle è che catturano solo una parte dello spettro visibile della luce solare mentre le nuove celle sono in grado di imprigionare sia lo spettro visibile sia quello invisibile legato ai raggi infrarossi, grazie all'impiego di due diversi strati, ognuno dei quali adibito alla cattura di una diversa porzione di spettro. Secondo Ghada Koleilat, uno dei ricercatori conivolti nello studio, l'obiettivo della ricerca è quello di collegare meglio i due strati, in modo da ottenere efficienze ancora maggiori. Ciò che rende particolarmente funzionali le nuove celle sono i nanomateriali utilizzati in esse, i quali sono in grado di collegarsi a determinate lunghezze d'onda della luce solare, catturandone così un più ampio spettro.

Gli ingegneri dell'università di Toronto sono all'avanguardia nel campo delle nanotecnologie e il loro obiettivo è di realizzare celle maggiormente convenienti dal punto di vista economico. Il professor Sargent spera di vedere la sua nuova invenzione impiegata per uso commerciale nei prossimi cinque anni, integrata nella costruzione di materiali, nell'elettronica portabile e nelle autovetture.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata Edizioni Ambiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google