Nextville - logo

  Evidenzia modifiche:

print

Delibera Autorità energia 8 maggio 2012, n. 183/2012/I/EFR

Proposta di modifica delle norme sul rilascio e riconoscimento della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili


Ultima versione disponibile al 09/12/2019

Autorità di regolazione per energia reti e ambiente - Arera (già Aeegsi)
Delibera 8 maggio 2012, n. 183/2012/I/EFR
(Pubblicata sul sito dell'Autorità il 11 maggio 2012)

Proposta per l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili

L'Autorità per l'energia elettrica e il gas

Nella riunione del 8 maggio 2012

Visti:

— la direttiva 2009/28/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio sulla promozione dell'uso dell'energia da fonti rinnovabili, recante modifica e successiva abrogazione delle direttive 2001/77/Ce e 2003/30/Ce (di seguito: direttiva 2009/28/Ce);

— la legge 14 novembre 1995, n. 481;

— la legge 23 agosto 2004, n. 239;

— il decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73/07, come integrato e modificato dalla legge di conversione 3 agosto 2007, n. 125 (di seguito: decreto-legge 73/2007);

— il decreto legge 24 gennaio 2012, n. 1, come convertito, con modificazioni, con la legge 24 marzo 2012, n. 27;

— il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79;

— il decreto legislativo 29 dicembre 2003, n. 387;

— il decreto legislativo 3 marzo 2011, n. 28 (di seguito: decreto legislativo 28/2011);

— il decreto legislativo 1° giugno 2011, n. 93;

— il decreto del Ministro dello sviluppo economico del 31 luglio 2009 (di seguito: decreto ministeriale 31 luglio 2009);

— la deliberazione dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: Autorità) 12 marzo 2008, ARG/elt 28/08 (di seguito: deliberazione ARG/elt 28/08);

— la deliberazione dell'Autorità 28 luglio 2011, ARG/elt 104/11 (di seguito: deliberazione ARG/elt 104/11).

Considerato che:

— l'articolo 1, comma 5, del decreto-legge 73/07 prevede che le imprese di vendita di energia elettrica forniscano, nelle fatture e nel materiale promozionale inviato ai propri clienti finali, le informazioni sulla composizione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita nel periodo dei due anni precedenti e indichino le fonti informative disponibili sull'impatto ambientale della produzione, utili al fine di risparmiare energia, secondo modalità definite con decreto del Ministro dello sviluppo economico, sentito il Ministro dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, su proposta dell'Autorità;

— l'Autorità, con la deliberazione ARG/elt 28/08, ha approvato la proposta di cui al precedente alinea;

— il decreto ministeriale 31 luglio 2009, ai sensi dell'articolo 1, comma 5, del decreto— legge 73/2007, ha definito le modalità secondo le quali le imprese esercenti l'attività di vendita di energia elettrica sono tenute a fornire informazioni ai clienti finali:

  • relative alla composizione del mix di fonti energetiche primarie utilizzate per la produzione dell'energia elettrica fornita dalle imprese di vendita;
  • relative all'impatto ambientale della produzione di energia elettrica, utili al fine di risparmiare energia;

— l'articolo 34, comma 1, del decreto legislativo 28/2011 prevede che "Con le modalità previste dall'articolo 1, comma 5, del decreto-legge 18 giugno 2007, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2007, n. 125, sono aggiornate le modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili in conformità alle disposizioni dell'articolo 15 della direttiva 2009/28/Ce";

— pertanto, l'Autorità deve presentare la propria proposta al Ministro dello sviluppo economico per l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili, in conformità alle disposizioni dell'articolo 15, della direttiva 2009/28/Ce, secondo le modalità di cui all'articolo 1, comma 5, del decreto-legge 73/2007.

Ritenuto opportuno:

— approvare la proposta al Ministro dello sviluppo economico per l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili, in conformità alle disposizioni dell'articolo 15, della direttiva 2009/28/Ce, secondo le modalità di cui all'articolo 1, comma 5, del decreto-legge 73/07, contenuta nell'Allegato A alla presente deliberazione

 

Delibera

1. di approvare la proposta al Ministro dello sviluppo economico per l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili, in conformità alle disposizioni dell'articolo 15, della direttiva 2009/28/Ce, secondo le modalità di cui all'articolo 1, comma 5, del decreto-legge 73/07, contenuta nell'allegato A alla presente deliberazione, di cui forma parte integrante e sostanziale;

2. di trasmettere il presente provvedimento al Ministro dello Sviluppo Economico;

3. di pubblicare la presente deliberazione sul sito internet dell'Autorità www.autorita.energia.it.

Allegato A

Proposta al Ministro dello sviluppo economico per l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili in conformità alle disposizioni dell'articolo 15 della direttiva 2009/28/Ce

La proposta riguarda l'aggiornamento delle modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della garanzia di origine dell'elettricità da fonti rinnovabili in conformità alle disposizioni dell'articolo 15 della direttiva 2009/28/Ce, ai fini della determinazione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita dalle imprese di vendita, senza avanzare nuove proposte in merito alle modalità di determinazione del mix stesso.

Si propone altresì che le garanzie di origine relative all'energia elettrica per la quale il Gse eroga gli incentivi vigenti o prodotta da impianti che beneficiano dello scambio sul posto vengano emesse e contestualmente trasferite, a titolo gratuito, al GSE affinché siano considerate nella disponibilità di quest'ultimo. Ciò in coerenza con:

— l'articolo 15, comma 2, della direttiva 2009/28/Ce, secondo cui "Gli Stati membri possono disporre che a un produttore non sia concesso nessun sostegno se tale produttore riceve una garanzia d'origine per la stessa produzione di energia da fonti rinnovabili";

— la disciplina di cui al decreto legislativo n. 28/2011 secondo cui, in generale e salvo specifiche disposizioni, gli incentivi e le forme di sostegno per le fonti rinnovabili non sono tra loro cumulabili.

Tale proposta è ancora più necessaria qualora, come in Italia, le garanzie d'origine non servano esclusivamente per la determinazione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita dalle imprese di vendita, ma anche per la promozione della trasparenza dei contratti di vendita di energia rinnovabile (si veda, al riguardo, la deliberazione ARG/elt 104/11): infatti, in quest'ultimo caso, le garanzie d'origine potrebbero acquisire un valore economico che si andrebbe a sommare all'incentivo vero e proprio.

Si propone, quindi, di introdurre le seguenti disposizioni:

 

"Disposizioni in materia di Garanzia di Origine dell'energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili e di composizione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita dalle imprese di vendita

1. Il Gse aggiorna e propone, entro 90 giorni dall'entrata in vigore del presente decreto, per l'approvazione da parte del Ministero dello sviluppo economico, sentita l'Autorità, la procedura di cui all'articolo 5, comma 6, del decreto del Ministro dello sviluppo economico 31 luglio 2009 in materia di determinazione del mix energetico utilizzato per la produzione dell'energia elettrica fornita dalle imprese di vendita prevedendo che, ai fini della certificazione della quota di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili possa essere utilizzata esclusivamente la Garanzia di origine di cui al successivo comma 2.

2. Nell'ambito dell'aggiornamento della procedura di cui al precedente comma 1, il Gse definisce le modalità di rilascio, riconoscimento e utilizzo della Garanzia di origine dell'energia elettrica da fonti rinnovabili in conformità alle disposizioni dell'articolo 15 della direttiva 2009/28/Ce nonché dell'articolo 34 del decreto legislativo n. 28/2011.

3. Le Garanzie di Origine relative all'energia elettrica per la quale il Gse eroga gli incentivi vigenti o prodotta da impianti che beneficiano dello scambio sul posto vengono emesse e contestualmente trasferite, a titolo gratuito, al Gse e sono considerate nella disponibilità di quest'ultimo.

4. L'Autorità per l'energia elettrica e il gas aggiorna, qualora necessario, i propri provvedimenti in materia di condizioni per la promozione della trasparenza dei contratti di vendita ai clienti finali di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili in conformità di quanto previsto ai precedenti commi.

5. A partire dalle comunicazioni relative agli adempimenti connessi alla determinazione del mix energetico per l'anno 2012, sono abrogate le lettere b) e c) dell'articolo 5, commi 2 e 3, del decreto del Ministro dello sviluppo economico 31 luglio 2009 e contestualmente, alla lettera e) del comma 2, sono soppresse le parole "effettivamente importata.".