Nextville - logo
  Evidenzia modifiche:

print

Dm Sviluppo economico 5 luglio 2012

Aggiornamento del Testo integrato della disciplina del mercato elettrico

Parole chiave Parole chiave: Energia | Energie rinnovabili | Certificati verdi | Mercato / Commercio | Certificati verdi | Mercato / Commercio | Elettricità | Energie rinnovabili | Elettricità

Ultima versione disponibile al 16/12/2019

Ministero dello sviluppo economico
Decreto 5 luglio 2012
(So n. 162 alla Gu 30 luglio 2012 n. 176)
Modifica della Disciplina del mercato elettrico

Il Ministro dello sviluppo economico

Visto il decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79, ed in particolare l'articolo 5, comma 1, secondo cui la Disciplina del mercato elettrico è approvata dal Ministro dell'industria, del commercio e dell'artigianato, sentita l'Autorità per l'energia elettrica e il gas (di seguito: l'Autorità);

Visto il decreto del Ministro delle attività produttive 19 dicembre 2003, pubblicato nel supplemento ordinario nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana, Serie generale, n. 301 del 30 dicembre 2003, recante "Approvazione del Testo integrato della Disciplina del mercato elettrico (di seguito: Disciplina del mercato). Assunzione della responsabilità del Gestore dei mercati energetici Spa (di seguito: il Gestore del mercato) relativamente al mercato elettrico";

Visto il Testo integrato della Disciplina del mercato ed in particolare l'art. 3.5, secondo cui, nel caso di interventi urgenti di modifica della disciplina, le modifiche disposte dal Gestore del mercato divengono efficaci con la pubblicazione sul sito internet dello stesso e vengono tempestivamente trasmesse al Ministro dello sviluppo economico per l'approvazione, sentita l'Autorità;

Visti gli articoli 77, 85 e 100 della Disciplina del mercato riguardanti rispettivamente fatturazione e pagamento dei corrispettivi per il mercato elettrico e fatturazione dei corrispettivi per il mercato dei certificati verdi;

Visti gli articoli 69 e 79 della Disciplina del mercato riguardanti rispettivamente la registrazione della posizione netta in consegna sulla Piattaforma dei conti energia (Pce) e le garanzie finanziare degli operatori richieste dal Gestore del mercato per la partecipazione al mercato;

Vista la proposta di modifica degli articoli 77, 85 e 100 della Disciplina del mercato, trasmessa dal Gestore del mercato al Ministro dello sviluppo economico in data 3 gennaio 2012, prot. Gme-PB-P0000062-02, avente ad oggetto il rinvio, per la disciplina di dettaglio dei termini e delle modalità di fatturazione e pagamento validi per il mercato elettrico e per il mercato dei certificati verdi, alle Disposizioni Tecniche di Funzionamento;

Vista la proposta di modifica degli articoli 69 e 79 della medesima Disciplina del mercato, trasmessa dal Gestore del mercato al Ministro dello sviluppo economico in data 26 gennaio 2012, prot. Gme-PB-P0000768-02, avente ad oggetto sia l'ulteriore declassamento del rating degli istituti bancari richiesto dal Gestore del mercato con riferimento alle garanzie fideiussorie presentate dagli operatori per la partecipazione ai mercati sia la possibilità per gli operatori che vantano posizioni aperte sul mercato elettrico a termine fisico (Mte) di anticipare la consegna di tali posizioni sulla Piattaforma dei conti energia a termine (Pce);

Vista la deliberazione 91/2012/I/COM del 15 marzo 2012 con cui l'Autorità esprime parere favorevole sulle predette proposte di modifica della Disciplina del mercato;

Considerato che la modifica concernente il rinvio, per la disciplina di dettaglio dei termini e delle modalità di fatturazione e pagamento riguardanti i corrispettivi richiesti dal Gme agli operatori, alle Disposizioni Tecniche di Funzionamento si rende necessaria al fine di rendere più flessibile l'impianto regolatorio anche in funzione dell'evoluzione della normativa vigente in materia fiscale suscettibile di incidere sulle regole di funzionamento dei mercati di cui si tratta;

Considerato che la modifica della Disciplina del mercato in merito all'ulteriore abbassamento del rating si rende necessaria al fine di salvaguardare il regolare funzionamento del mercato elettrico, in considerazione dell'attuale crisi finanziaria e delle ripercussioni che la stessa sta provocando sui sistemi bancari europei, garantendo comunque l'affidabilità del sistema;

Considerato che la modifica della Disciplina del mercato in merito alla facoltà di consegna anticipata sul mercato a termine si rende necessaria al fine di contenere gli oneri a carico degli operatori, salvaguardando il regolare funzionamento del mercato elettrico e senza aggravio del rischio a carico del Gme;

Ritenuto che le modifiche proposte possano essere approvate secondo la procedura d'urgenza di cui all'articolo 3.5 della Disciplina del mercato, non rendendosi necessaria una fase di consultazione nel merito da parte del Gestore del mercato;

Decreta:

Articolo 1

1. Le modifiche urgenti al Testo integrato della Disciplina del mercato elettrico, trasmesse dal Gestore del mercato elettrico Spa al Ministro dello sviluppo economico in data 3 gennaio 2012 e 26 gennaio 2012, sono approvate, ai sensi dell'articolo 3, comma 3.5, del Testo integrato della medesima disciplina. Il nuovo Testo integrato della Disciplina del mercato elettrico, riportato in allegato, forma parte integrante del presente decreto.

2. Il presente decreto è pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica italiana.

Roma, 5 luglio 2012.

Allegato

Testo integrato della Disciplina del mercato elettrico

Formato: Documento PDF - Dimensioni: 2,91 MB


(Ndr — Gli allegati da 1 a 8 al Testo integrato, sebbene presenti nel sommario, non sono stati pubblicati in Gazzetta ufficiale)