Nextville - logo

print

Nota MinSviluppo economico 13 febbraio 2016, prot. n. 3604

Dichiarazione ai fini dell'obbligo d'immissione in consumo dei biocarburanti e del calcolo delle emissioni di gas serra - Dm 10 ottobre 2014 e Dlgs 66/2005 - Differimento delle scadenze 2017

Parole chiave Parole chiave: Energia | Mercato / Commercio | CO2 / Anidride Carbonica | Biomasse / Biocombustibili | Metano / Gas naturale | Petrolio | Comunicazione | Cambiamenti climatici

Testo vigente oggi 19/10/2017

Ministero dello sviluppo economico
Nota 13 febbraio 2016, prot. n. 3604
Aggiornamento delle scadenze per il sistema d'obbligo nel 2017

In seguito all'accoglimento da parte del Comitato tecnico consultivo sui biocarburanti, avvenuto nel mese di gennaio, delle osservazioni di alcuni operatori in merito alle modalità operative per l'effettuazione delle dichiarazioni riferite all'immesso in consumo nel 2016, si sono rese necessarie ulteriori modifiche funzionali all'interno dell'applicativo informatico Biocar del Gse.

Per tale ragione, le scadenze d'obbligo sono posticipate come di seguito indicato:

— le autodichiarazioni annuali dei quantitativi di carburante e biocarburante immessi in consumo — di cui all'articolo 4, comma 1 del decreto ministeriale 10 ottobre 2014 e per le finalità di cui all'articolo 7-bis, comma 2 del Dlgs 66/2005 e ss. mm. ii. — saranno effettuate dal 15 febbraio al 15 marzo 2017. È fatta salva la possibilità, per il solo metano immesso in consumo, di fornire un aggiornamento del dato dichiarato nella citata finestra temporale entro e non oltre il successivo 31 marzo 2017;

— l'emissione dei certificati di immissione in consumo, di cui all'articolo 6, comma 1 del Dm 10 ottobre 2014, riferiti ai biocarburanti sostenibili dichiarati secondo le modalità di cui al precedente punto, verrà effettuata entro il 30 aprile 2017, fatte salve eventuali verifiche.

Restano invariate le ulteriori scadenze e disposizioni di cui alla circolare prot. n. 32588 del 21 novembre 2016.