Nextville - logo
Normativa in cantiere
Documentazione
Commenti e sintesi


 

 

(aggiornamento 31 marzo 2015)

La legge regionale 29 maggio 2007, n. 22, recante norme in materia di energia, ha fissato gli obiettivi e la programmazione regionali in materia di energia, efficienza energetica, edilizia sostenibile, riduzione dell’inquinamento luminoso.

La Lr 22/2007 è stata profondamente modificata e adeguata alle novità normative nazionali con la Lr 30 luglio 2012, n. 23.

Con regolamento regionale 15 settembre 2009, n. 5 è stata dettata la disciplina in materia di contenimento dell’inquinamento luminoso in Regione.

 

Efficienza energetica in edilizia

Il regolamento regionale 13 novembre 2012, n. 6 ha dettato la disciplina della prestazione energetica in edilizia abrogando e sostituendo il precedente regolamento 22 gennaio 2009, n. 1. Il regolamento 6/2012 è stato profondamente modificato dal regolamento 6 marzo 2015, n. 1 che ha adeguato la normativa ligure alle nuove disposizioni nazionali.

 

La Dgr 18 aprile 2014, n. 447 ha disciplinato i requisiti per l'esercizio dell'attività di certificatore energetico degli edifici, dei corsi di formazione nonché i requisiti degli organismi formativi.

 

Recependo le ultime novità a livello nazionale con Dgr 22 dicembre 2014, n. 1673 sono state dettate disposizioni e criteri per l'esercizio, il controllo, la manutenzione e l'ispezione degli impianti termici.

 

Pianificazione e programmazione in materia di energia

 

Il Piano energetico ambientale regionale è stato approvato con Dcr 2 dicembre 2003, n. 43.

Gli obiettivi del Piano sono stati recentemente aggiornati con la Dcr 3 febbraio 2009, n. 3 (Bur 11 marzo 2009 n. 10, Parte seconda); con tale delibera la Regione ha aggiornato gli obiettivi del Pearl per l'eolico: dagli 8 Megawatt di potenza installata individuati originalmente come obiettivo di sviluppo si è passati a 120 MW, con un incremento pari a 15 volte.

 

Ai sensi delle Linee guida nazionali la Regione con Dgr 21 settembre 2012, n. 1122 ha individuato le specifiche che devono avere gli impianti ai fini della loro corretta localizzazione nel territorio, individuando le aree "non idonee", o meglio a fornendo indicazioni sulle zone favorevoli per gli impianti e segnalando quelle aree dove è altamente improbabile che il progetto venga autorizzato. La Dgr 1122/2012 abroga le precedenti indicazioni fornite con Dgr 966/2002, 183/2008 e 551/2008.

 

Autorizzazioni

 

Competenza: La Liguria con la legge regionale 29 maggio 2007, n. 22 ha attribuito alle Province la competenza amministrativa in materia di rilascio del provvedimento.

 

Autorizzazioni: A differenza di quanto previsto dalle norme nazionali, in Liguria la disciplina di autorizzazione degli impianti a fonti rinnovabili è dettata dalla legge regionale edilizia, Lr 16/2008, da ultimo modificata dalla Lr 3/2013.

Per effetto di queste ultime modifiche, dal 21 febbraio 2013 anche in Liguria gli impianti non soggetti ad autorizzazione unica sono soggetti ai regimi della comunicazione al Comune e della Pas. Fino al 20 febbraio 2013 invece si applicavano la Scia e la Dia, in palese contrasto con le norme nazionali.