Nextville - logo
Normativa in cantiere
Prassi
Commenti e sintesi

(aggiornamento marzo 2019)

 

Diverse sono le norme con cui la Regione Umbria promuove, incentiva e regola gli ambiti legati alle energie rinnovabili e all'efficienza energetica. Segue un quadro che raccoglie le principali norme in materia.

 

Autorizzazioni impianti a fonti rinnovabili

 

In Umbria la competenza in materia di Autorizzazione unica per impianti a fonti rinnovabili è storicamente appartenuta alle Province. Però a partire dal 1° dicembre 2015, in attuazione della Lr 10/2015 nonchè della Dgr 1103/2015, la competenza è passata alla Regione.

I criteri e modalità per lo svolgimento dei procedimenti autorizzatori, compreso il procedimento unico, in attuazione delle Linee guida nazionali e del Dlgs 28/2001, sono stati individuati dal regolamento regionale 29 luglio 2011, n. 7.


Con Dgr 6 dicembre 2011, n. 1466 sono stati approvati i moduli di domanda di Autorizzazione unica, Procedura abilitativa semplificata (Pas) e Comunicazione al Comune.

Con la Dgr 1° luglio 2003, n. 925 sono state dettate disposizioni in materia di concessione di derivazioni di acque pubbliche.

Le aree non idonee per impianti a fonti rinnovabili sono state definite, fonte per fonte, con regolamento regionale 29 luglio 2011, n. 7.

 

Con Dgr 16 aprile 2018, n. 352 la Regione ha approvato il "Piano operativo dei controlli degli impianti di produzione di energia alimentati da fonti rinnovabili di competenza regionale".

 

Integrando quanto già disposto dal regolamento regionale, la Dgr n. 52 del 21 gennaio 2019 contiene precisazioni sulla modalità di presentazione della cauzione a garanzia della esecuzione degli interventi di dismissione e delle opere di ripristino relative agli impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

 

La Dgr n. 138/2019, infine, contiene i nuovi criteri di calcolo degli oneri istruttori dovuti dai soggetti richiedenti, relativamente alle istruttorie per il rilascio delle autorizzazioni uniche per la costruzione e l'esercizio di impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile, da fonte convenzionale, per la produzione di biometano e di infrastrutture energetiche lineari.

 

Certificazione energetica degli edifici

 

La Regione Umbria non ha legiferato in materia di certificazione energetica degli edifici. Si applica quindi la normativa nazionale, che è basata sul Dlgs 19 agosto 2005, n. 192.

Con la Dgr 5 ottobre 2015, n. 1131, la Regione ha stabilito che l'invio dell'Attestato di prestazione energtica (Ape) debba avvenire attraverso la piattaforma on line, accessibile all'indirizzo http://ape.regione.umbria.it.

 

Pianificazione e programmazione in materia di energia

 

Dopo il Piano energetico regionale approvato con la Dcr 21 luglio 2004, n. 402 e la Strategia regionale per la produzione di energia da fonti rinnovabili 2011-2013 approvata con la Dgr 29 luglio 2011, n. 903, la Regione ha dato il via ad un nuovo documento programmatico quale strumento per seguire e governare lo sviluppo del territorio regionale sostenendo e promuovendo la filiera energetica: si tratta della proposta di Strategia energetico ambientale regionale 2014-2020 (Sear), approvata con Dgr 16 dicembre 2013, n. 1493.