Nextville - logo
 

Comunità energetiche e autoconsumo collettivo

Comunità energetiche e autoconsumo collettivo: nuove modalità per produrre e consumare energia da fonte rinnovabile

La diffusione sempre più massiccia della produzione di energia da fonti rinnovabili ha determinato nuovi assetti del sistema energetico, non solo dal lato produzione ma anche da quello del consumo.

Ci stiamo avviando verso un sistema che si allontana sempre più dalle fonti fossili, dalla produzione centralizzata e dalla netta distinzione tra chi produce e chi consuma. Il nuovo sistema energetico sarà sempre più caratterizzato da una produzione decentralizzata, fatta di piccoli impianti a fonti rinnovabili distribuiti sul territorio e di consumatori che sono allo stesso tempo produttori, anche definiti prosumer.

Un prosumer può essere il singolo cittadino che ha installato un impianto fotovoltaico sul tetto di casa, alimentata sia dall'energia autoprodotta che da quella prelevata dalla rete. Ma un prosumer può anche consumare l'energia prodotta dall'impianto condominiale, allora parliamo di autoconsumo collettivo; o anche quella di un impianto costruito con il contributo di più persone e qui parliamo di comunità energetiche.

Per approfondire queste tematiche, accedendo alle voci del menu di sinistra si possono trovare:

• il quadro normativo: una panoramica completa sulle norme nazionali ed europee che hanno introdotto queste forme alternative di produzione e consumo di energia

• gli incentivi: una panoramica dettagliata di tutte le forme incentivanti previste per le comunità energetiche e l'autoconsumo collettivo

• la regolazione regionale: un'analisi delle norme che alcune Regioni hanno previsto per incentivare la nascita delle comunità energetiche.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google