Nextville - logo
 

La Regione Veneto e le province

Quadro generale delle politiche energetiche

Attezione: Questa è una pagina dell'Archivio di Nextville.
Quanto contenuto nel menu di sinistra non viene più aggiornato. Per avere informazioni aggiornate sulle politiche energetiche della regione Veneto, vi invitiamo a consultare il Dossier Regione Veneto.

La Regione Veneto e le province: quadro generale delle politiche energetiche

             Superficie: 18.391 km²

             Popolazione: 4.890.815 ab.

             Capoluogo: Venezia

             Province: Belluno, Padova, Rovigo, Treviso,
             Venezia, Verona, Vicenza


             Comuni: 581

 

 IMPIANTI A FONTI RINNOVABILI*

 FONTE

 MW INSTALLATI  N° IMPIANTI
 fotovoltaico 1.482,0
 64.941
 eolico 1,4  9
 idroelettrico  1.123,0  283
 geotermico  -  -
 bioenergie  342,0  307

*Dati GSE aggiornati al 31/12/2012

 

 BURDEN SHARING
Traiettoria degli obiettivi della Regione Veneto,
dalla situazione iniziale al 2020
Obiettivo regionale per l'anno (%)  
Anno iniziale
di riferimento
2012 2014  2016 2018 2020
5,3
8,2 9,3  10,6 12,2 14,3

                                              Quadro normativo


La Regione Veneto con Lr 27 dicembre 2000, n. 25 ha dettato norme per la pianificazione energetica regionale, l'incentivazione del risparmio energetico e lo sviluppo delle fonti rinnovabili di energia.

Misure per l'efficienza energetica

Edifici: con la legge regionale 9 marzo 2007, n. 4 la Regione Veneto ha dettato norme in materia di edilizia sostenibile.

Le Linee guida in materia sono state dettate con Dgr 17 giugno 2008, n. 1579.

In materia di certificazione energetica degli edifici, non avendo il Veneto al momento dettato una disciplina regionale in materia, si applica la normativa nazionale (Dlgs 192/2005 e successive modifiche, Dpr 59/2009, Dm 26 giugno 2009).

Emissioni luminose: con la Lr 17 agosto 2009, n. 17 la Regione ha dettato nuove norme per il contenimento dell'inquinamento luminoso, il risparmio energetico nell'illuminazione per esterni e per la tutela dell'ambiente e dell'attività svolta dagli osservatori astronomici abrogando la precedente disciplina del 1997.

Programmazione energetica

La Regione Veneto non ha ancora adottato un proprio Piano energetico ambientale regionale. Una proposta di Piano energetico ambientale è stata predisposta e approvata dalla Giunta con la Dgr 28 gennaio 2005, n. 7 ed è stata presentata al Consiglio regionale.
Con Dcr 31 gennaio 2013, n. 5 sono state individuate le aree non idonee al fotovoltaico a terra, con Dcr 2 maggio 2013, n. 38 sono state individuate le aree non idonee per impianti a biomassa, biogas e biometano, mentre la Dcr 3 maggio 2013, n. 42 ha individuato le aree non idonee per impianti idroelettrici.

Autorizzazioni

Competenze:  la legge regionale 13 aprile 2001, n. 11 e successive modifiche, ha distribuito tra Regione, Province e Comuni le competenze in materia di energia. L'autorizzazione unica è di competenza regionale. Per impianti soggetti a PAS o Comunicazione la competenza è naturalmente dei Comuni. 

Autorizzazione unica: La legge regionale 13 aprile 2001, n. 11 e successive modifiche, ha distribuito tra Regione, Province e Comuni le competenze in materia di energia.

In materia di autorizzazione unica la competenza è regionale, in caso di impianti sottoposti alla PAS o alla comunicazione  la competenza è comunale. Per gli impianti geotermici la competenza è regionale.

La Regione ha dettato diverse disposizioni di attuazione dell'articolo 12 del Dlgs 387/2003.
Con Dgr 30 dicembre 2010, n. 3493 le norme regionali in materia di autorizzazioni di impianti a fonti rinnovabili si sono adeguate alle Linee guida nazionali. Le norme regionali precedenti, se non in contrasto con le linee guida nazionali, continuano a essere efficaci.
Ai sensi della Lr 13/2011, per gli impianti fotovoltaici fino a 1 MW è sufficiente la PAS e la competenza è naturalmente del Comune.
Con Dgr 3 agosto 2011, n. 1270 è stata individuata la modulistica per le autorizzazioni di impianti fotovoltaici e con Dgr 29 novembre 2011, n. 9 quella per gli impianti a biomassa e biogas.
La Dgr 1270/2011 è stata modificata dalla Dgr 15 maggio 2012, n. 1827.

Il modello  di domanda per l'autorizzazione  per impianti idroelettrici è stato emanato con decreto del Segretario regionale all'ambiente e al territorio del 12 ottobre 2009, n. 12.

Con Dgr 22 febbraio 2012, n. 253 sono state definite le regole per la prestazione della cauzione a garanzia della dismissione degli impianti a fonti rinnovabili, da prestare in sede di procedimento di autorizzazione unica.

Per i testi di questi e degli altri provvedimenti regionali, consulta la voce Normativa regionale dal menù di destra.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google