Nextville - logo

Comunicare l'energia

9 Gennaio 2014

Master Ridef 2.0: ecco perchè ha ancora senso investire nella formazione. Intervista a Lorenzo Pagliano

(Redazione Nextville)

Il Master Ridef del Politecnico di Milano è diventato nel corso degli anni un importantissimo punto di riferimento nella formazione postlaurea in rinnovabili ed efficienza energetica.

Il Master Ridef 2.0, giunto quest'anno all'undicesima edizione, si svolgerà da Marzo 2014 a Febbraio 2015 (per le iscrizioni c'è tempo fino al 15 gennaio 2014).

Siamo quindi particolarmente felici di intervistare il Prof. Lorenzo Pagliano*, che svolge anche il ruolo di Direttore del Master Ridef.

Prof. Pagliano, l’offerta formativa nel settore energetico, a livello universitario e non solo, appare oggi quanto mai ampia e variegata. Quali sono le caratteristiche specifiche del Master Ridef e che cosa lo differenzia da altre simili proposte formative postlaurea?

Il RIDEF ha da sempre l’obiettivo di fornire una visione integrata del problema energetico e delle competenze professionali necessarie per affrontarlo. I limiti alla disponibilità di energia fossile, di materiali come rame, ferro, materiali per elettronica assieme ai limiti di terreno fertile e acqua richiedono un approccio integrato di interventi per l’uso finale efficiente delle risorse, generazione efficiente, rinnovabili. E un quadro regolativo e legislativo efficace nel guidare gli attori pubblici e privati verso questi obiettivi. Il RIDEF fornisce sia competenze tecnologiche e di calcolo specifiche, sia strumenti concettuali e metodologici che riguardano il contesto generale in cui i futuri professionisti dovranno muoversi con competenza per garantire successo alla propria attività e al benessere collettivo.

Da quest’anno il Master Ridef si presenta con una veste aggiornata, non solo nel nome ma anche nella struttura stessa della proposta didattica. In che cosa consistono precisamente queste novità rispetto alle passate edizioni?

E’ stata interamente ripensata, con un intenso lavoro del collegio docenti, l’intera struttura didattica. C’è molta più enfasi su attività didattiche che coinvolgono attivamente gli studenti (esercitazioni, brevi lavori progettuali,...) senza andare a scapito della completezza e coerenza della trattazione teorica. Si sono creati due moduli paralleli per rispondere alle esigenze di approfondimento su edifici e su generazione decentrata / rinnovabili. Le conoscenze di base su entrambe le aree e l’integrazione nel contesto generale sono realizzati negli altri moduli “plenari”.

Il problema della disoccupazione giovanile è quanto mai attuale e, purtroppo, ultimamente ha colpito anche il comparto delle rinnovabili. Se Lei dovesse convincere un giovane neolaureato a investire tempo e risorse in una specializzazione come quella offerta dal Master Ridef, quali parole userebbe?

Non solo gli obiettivi fissati da parlamento e Commissione europea, ma i dati di contesto generale citati prima, mostrano che le aree dell’efficienza e delle rinnovabili sono e saranno nei decenni a venire aree fondamentali di attività economica. Le iniziative di paesi “guida” come Germania, Danimarca e Norvegia mostrano che questo è gia realta in una parte importante dell’Europa e dovra divenirlo presto ovunque.

Tra gli operatori del settore si va sempre più diffondendo la convinzione che gran parte delle opportunità future di business potranno arrivare dal comparto dell’efficienza energetica, a discapito delle fonti rinnovabili elettriche che – dopo anni di intensa crescita – sembrano oggi segnare il passo. Lei concorda con questa analisi?

I due corni della soluzione del problema di una transizione a un modello energetico a basso impatto ambientale sono inscindibili. La generazione da rinnovabili è piu immediatamente visibile, ma potra dispiegarsi completamente solo in un quadro di elevatissima efficienza di uso finale.

* Prof. Lorenzo Pagliano, PhD - Insegnamento di Fisica dell'Edificio nella Facoltà di Ingegneria Edile e Architettura Politecnico di Milano - Dipartimento di Energia. Direttore of eERG – end-use Efficiency Research Group. Direttore del Master RIDEF (Energie Rinnovabili, Decentramento, Efficienza Energetica). Membro del Board of European Council for an Energy Efficient Economy.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google