Nextville - logo

News e articoli

14 Febbraio 2013

Regione Marche: le aree non idonee per impianti a biomassa e biogas

(Filippo Franchetto)

Con deliberazione amministrativa n. 62 del 15 gennaio 2013, la Regione Marche adegua il proprio piano energetico agli obiettivi definiti dal Burden Sharing e individua inoltre le aree non idonee per l'installazione di impianti a biomassa e biogas.

La valutazione della non idoneità delle aree si basa sui criteri nazionali individuati dall’allegato 3 delle Linee guida nazionali (Dm 10 settembre 2010). Oltre a contenere una descrizione degli elementi tecnici e impiantistici necessari per definire e quantificare l’impatto ambientale degli impianti a biomassa e biogas, la delibera marchigiana elenca nel dettaglio le aree non idonee. Che rientrano in uno dei seguenti quattro grandi gruppi:

A1. Aree di rilevanza paesaggistica individuate dal Piano Paesistico Ambientale Regione Marche così come recepito dai PRG comunali approvati in adeguamento (ove esistenti);

A2. Aree non idonee desumibili dalla legge forestale regionale del 23 febbraio 2005, n. 6.

A3. Aree non idonee per la protezione delle risorse idriche (Dlgs 152/2006 e Piano di Tutela delle Acque).

A4. Aree non idonee in quanto particolarmente sensibili e/o vulnerabili alle trasformazioni territoriali o del paesaggio secondo l’indirizzo fornito dal Dm 10 settembre 2010, Allegato 3, lettera f)

Per ulteriori approfondimenti, rimandiamo alla delibera e al nostro Dossier Autorizzazioni IAFR Marche, aggiornato alle ultime novità.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google