Nextville - logo

News e articoli

20 Febbraio 2013

Certificati Bianchi, non sono ammesse lettere di conferma incomplete o non conformi

(Maria Antonietta Giffoni)

Il Gse fa presente agli operatori che se le lettere di conferma sono incomplete o non conformi al modello predisposto dal Gestore stesso, le richieste di verifica e certificazione dei risparmi non potranno essere esaminate.

La presentazione delle Richieste di verifica e certificazione dei risparmi (RCV) e delle Proposte di progetto programma di misura (PPPM - prevista per i progetti a consuntivo) deve avvenire esclusivamente per via telematica utilizzando il portale web "Efficienza Energetica" predisposto dal Gestore dei servizi energetici.

A seguito della trasmissione telematica, occorre comunque inviare una lettera di conferma dell’avvenuta trasmissione. La lettera deve essere firmata dal legale rappresentante della società e inviata in formato cartaceo via posta al Gse.

La lettera va redatta utilizzando i modelli predisposti dal Gestore stesso (vedi Riferimenti). Con il comunicato stampa del 20 febbraio 2013, il Gse informa gli operatori che le lettere incomplete o non conformi al modello non possono essere accettate. Di conseguenza, le Richieste di verifica e certificazione dei risparmi (RCV) e le Proposte di progetto programma di misura a cui le lettere inviate fanno riferimento non potranno essere sottoposte a istruttoria tecnica.

Pertanto, il Gse invita gli operatori a verificare, prima dell’invio, la completezza e correttezza dei dati inseriti e a mantenere la struttura (template) della lettera così come prevista dal modello, limitandosi a inserire i dati là dove richiesto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google