Nextville - logo

News e articoli

4 Aprile 2013

Energia e cambiamenti climatici: il Libro Verde delle politiche Ue al 2030

(Maria Antonietta Giffoni)

Il 27 marzo 2013 è stata avviata la consultazione pubblica sul documento che si interroga sul quadro che dovrà assumere la strategia europea al 2030 su clima e energia.

L'Unione europea dispone già di un quadro ben definito per indirizzare le politiche energetiche e di contrasto ai cambiamenti climatici. Si tratta del "pacchetto clima-energia 20-20-20" che pone precisi obiettivi da raggiungersi entro il 2020:

• riduzione delle emissioni di gas serra del 20%

• incremento del 20% della quota di energia prodotta da fonti rinnovabili

• riduzione del 20% il consumo di energia.

Mentre gli Stati membri continuano ad adottare le opportune misure utili al raggiungimento di questi obiettivi, l'Unione ritiene ora necessario riflettere su un nuovo quadro di riferimento per le politiche clima-energia al 2030.

Il Libro verde, pubblicato il 27 marzo scorso, rappresenta il primo passo verso l’istituzione del nuovo quadro strategico in coerenza con gli obiettivi di decarbonizzazione dell’economia stabiliti dalla Road Map sull’energia al 2050 (che ha avuto il via libera dal Parlamento Ue il 14 marzo 2013) e con quelli del Libro bianco sui trasporti.

Secondo il Libro verde, la strategia Ue al 2030 "deve essere sufficientemente ambiziosa per garantire all'Unione di incamminarsi sulla buona strada verso il raggiungimento di obiettivi di contrasto al cambiamento climatico nel lungo termine. Ma deve anche riflettere su una serie di mutamenti verificatisi  a partire dal 2008 (da quando, cioè, si cominciò a pensare al primo quadro strategico):

• le conseguenze della crisi economica

• i problemi di bilancio degli Stati membri e delle imprese che hanno difficoltà a mobilitare fondi per investimenti a lungo termine

• lo sviluppo dei mercati energetici

• la sostenibilità economica dell'energia per imprese e famiglie

• i diversi livelli di impegno e ambizione di partner internazionali per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra".

Tenendo conto di ciò, una delle domande più significative che il documento pone è: i nuovi obiettivi che dovranno essere fissati a livello comunitario, nazionale e regionale devono essere vincolanti?

A questa e altre domande potranno rispondere gli Stati membri, le altre istituzioni dell'Unione e le parti interessate per esprimere il loro punto di vista in proposito. La consultazione pubblica del Libro verde è infatti aperta fino al 2 luglio 2013. I pareri raccolti confluiranno nei lavori della Commissione che sarà istituita per formulare una proposta più concreta alla fine del 2013.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google