Nextville - logo

News e articoli

18 Aprile 2013

Certificati Bianchi, il GSE chiede di integrare le informazioni per le RCV

(Maria Antonietta Giffoni)

Per agevolare la raccolta di dati e informazioni, il GSE chiede agli operatori di integrare le informazioni fornite in fase di presentazione delle richieste di verifica e certificazione dei risparmi, riferiti ad alcune schede tecniche standardizzate.

Una volta realizzati gli interventi di efficienza energetica che hanno diritto ai Certificati Bianchi, i titolari del progetto devono trasmettere al Gestore dei servizi energetici una Richiesta di Verifica e di Certificazione dei risparmi conseguiti dal progetto (RCV), unitamente alla documentazione comprovante i risultati ottenuti.

Per "agevolare la raccolta dei dati e delle informazioni utili a consentire il riscontro di quanto dichiarato nelle schede di rendicontazione presentate e nella documentazione inviata", il GSE chiede agli operatori di integrare le informazioni fornite utilizzando dei fogli excel appositamente predisposti.

La richiesta di integrazione riguarda solo le richieste di verifica e certificazione dei risparmi contabilizzati servendosi di alcune schede tecniche standardizzate e cioè:

• RVC relativa alla scheda tecnica 2T per la sostituzione di scalda-acqua elettrici con scalda-acqua a gas;

• RVC relativa alla scheda tecnica 3T per l'installazione di caldaia unifamiliare a 4 stelle di efficienza alimentata a gas naturale e di potenza termica nominale non superiore a 35 kW;

• RVC relativa alla scheda tecnica 5T per la sostituzione di vetri semplici con doppi vetri;

• RVC relativa alla scheda tecnica 6T per interventi di isolamento delle pareti e delle coperture;

• RVC relativa alla scheda tecnica 7T per l'installazione di impianti fotovoltaici di potenza < 20 kW;

• RVC relativa alla scheda tecnica 8T per l'installazione di collettori solari per la produzione di acqua calda sanitaria;

• RVC relativa alla scheda tecnica 20T per interventi di isolamento termico delle pareti e delle coperture per il raffrescamento estivo in ambito domestico e terziario.

I file excel, disponbili sul sito del GSE (vedi Riferimenti), devono essere inviati al Gestore medesimo servendosi del portale Efficienza Energetica e richiedeno le seguenti informazioni:

• anagrafica del cliente presso cui è stato effettuato l'intervento (nome, cognome e numero telefonico);

• l'indirizzo del luogo dove è stato effettuato l'intervento (Regione, Provincia, Comune, via/piazza, numero civico e codice catastale del Comune);

• dettagli relativi all'installazione ed eventuali contributi economici;

• valutazioni quantitative sui risparmi conseguiti dall'intervento.

La compilazione e l'invio dei fogli excel non è obbligatoria. Tuttavia, nel caso in cui essi "non siano resi disponibili contestualmente alla trasmissione delle richieste, il GSE, ai sensi dell’articolo 14 del decreto 28 dicembre 2012 e dell’articolo 14 delle Linee guida, si riserva la facoltà di richiedere tali informazioni unitamente alla documentazione da conservare, durante lo svolgimento del procedimento amministrativo e/o comunque durante la vita utile degli interventi".

Vuoi conoscere più nel dettaglio il meccanismo dei Certificati Bianchi e come richiederli? Visita le sezioni di Nextville dedicate all'incentivo, aggiornate con le ultime disposizioni intervenute.

• Il sistema dei Certificati Bianchi

 • Le procedure per accedere ai Certificati Bianchi

 

        

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google