Nextville - logo

News e articoli

22 Aprile 2013

Il decreto sulle imprese energivore in Gazzetta Ufficiale

(Filippo Franchetto)

In data 18 aprile è entrato in vigore il Dm 5 aprile 2013 del Ministero dell’economia e delle finanze recante “Definizione delle imprese a forte consumo di energia”.

Il nuovo decreto (vedi Riferimenti) prevede agevolazioni sulle accise e riduzioni sugli oneri di sistema sull’energia acquistata da “imprese a forte consumo di energia”, che d’ora in avanti saranno identificate sulla base dell’incidenza percentuale del costo dell’energia sul fatturato (e non più in termini di consumi assoluti).

Più nello specifico, le agevolazioni sulle accise riguardano “le imprese per le quali, nell'annualità di riferimento, si sono verificate entrambe le seguenti condizioni:
a) abbiano utilizzato, per lo svolgimento della propria attività, almeno 2,4 gigawattora di energia elettrica oppure almeno 2,4 gigawattora di energia diversa dall'elettrica;
b) il rapporto tra il costo effettivo del quantitativo complessivo dell'energia utilizzata per lo svolgimento della propria attività (…) e il valore del fatturato (…) non sia risultato inferiore al 3 per cento.”

Invece, la “rideterminazione degli oneri generali di sistema elettrico” si applica – con criteri di decrescenza – alle aziende con un rapporto tra costo della sola energia elettrica (il cui consumo annuo deve comunque essere di almeno 2,4 gigawattora) e fatturato superiore al 2 per cento.

Anche se il decreto è già in vigore, per il suo pieno avvio occorrerà in ogni caso attendere le ulteriori precisazioni e le istruzioni operative da parte dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, necessarie anche per l’istituzione – presso la Cassa Conguaglio per il Settore Elettrico – dell’elenco delle imprese rientranti in una delle due tipologie di consumi individuate dal decreto.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google