Nextville - logo

News e articoli

14 Maggio 2013

Piani di ripristino e recupero ambientale impianti FER: le indicazioni operative in Veneto

(Filippo Franchetto)

Con decreto dirigenziale 27 febbraio 2013 n. 2, la Regione Veneto fornisce importanti indicazioni per la redazione dei piani di ripristino dei luoghi al termine della vita degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati a fonti rinnovabili.

Il provvedimento, entrato in vigore il 7 maggio 2013, contiene un lungo elenco della documentazione progettuale richiesta per i "Piani di recupero e reinserimento ambientale" (per impianti idroelettrici) e i "Piani di ripristino dello stato dei luoghi a seguito della dismissione dell'impianto" (per impianti fotovoltaici, eolici, a biomassa, a biogas), che vanno redatti all’interno del procedimento di Autorizzazione unica.

L'obiettivo è di arrivare ad una più precisa quantificazione della garanzia fideiussoria (introdotta in Veneto con Dgr n. 253/2012), legata agli obblighi derivanti dagli interventi di dismissione, dalla rimessa in pristino dei luoghi e delle misure di reinserimento e recupero ambientale.

Il nuovo decreto dirigenziale, assai dettagliato, è diviso in tre sezioni:

• Sezione I: Parte generale (impianti fotovoltaici, idroelettrici, a biomassa, a biogas);

• Sezione II: Ripristino dei luoghi. Impianti fotovoltaici, a biomassa, a biogas;

• Sezione III: Misure di recupero e reinserimento ambientale. Impianti idroelettrici.

Per tutti gli approfondimenti, consigliamo di consultare le norme in oggetto e anche il Dossier IAFR Veneto, sempre aggiornato alle ultime novità.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google