Nextville - logo

News e articoli

14 Giugno 2013

Potenziamento impianto fotovoltaico con Conto energia, si può fare anche senza richiedere gli incentivi

(Maria Antonietta Giffoni)

Con un comunicato stampa di ieri, il GSE ha precisato che è possibile incrementare la potenza di impianti già incentivati con il Conto energia. Occorre, però, adottare alcuni accorgimenti tecnici e darne comunicazione al Gestore medesimo.

All'interno del sistema incentivante del Conto energia è stato sempre previsto il potenziamento di impianti già esistenti e già ammessi all'incentivo. E fino al 6 luglio 2013 si potrà ancora fare richiesta d’incentivazione per il potenziamento, a patto che l'impianto sia entrato in esercizio da almeno 3 anni.

Ma, una volta conclusosi il Quinto Conto energia, cosa accade se il soggetto responsabile dell'impianto vuole potenziarlo senza, però, richiedere gli incentivi per le nuove sezioni?

Con il comunicato stampa del 13 giugno 2013, il GSE ha dato il via libera ai potenziamenti senza richiesta di incentivi, ma con alcune prescrizioni. Per evitare, infatti, di vedersi sospendere gli incentivi del Conto energia, riconosciuti all'impianto prima del potenziamento, il soggetto responsabile deve attenersi a precise regole.

L'impianto va dotato di idonee apparecchiature di misura

L’impianto oggetto di potenziamento deve essere dotato di apparecchiature di misura che permettano di rilevare, in modo separato, "l’energia elettrica prodotta dalla porzione di impianto incentivato e quella prodotta dalla porzione aggiuntiva non incentivata dell’impianto ... nel caso in cui, prima dell’intervento di potenziamento, sia presente sull’impianto incentivato il solo contatore di scambio con la rete elettrica si richiede l’installazione di appositi contatori di produzione ciò al fine di assicurare, comunque ed in generale, che su ogni porzione d’impianto siano presenti specifici contatori di produzione dedicati alla misurazione separata dell’energia prodotta e incentivata e non incentivata".

Censimento sul sistema GAUDÌ

L'impianto oggetto di potenziamento deve essere censito sul sistema informativo GAUDÌ attraverso la creazione:

a) di una nuova sezione d’impianto e nuova unità di produzione, afferenti al codice CENSIMP dell’impianto potenziato, qualora l’impianto prima dell’intervento di potenziamento fosse costituito esclusivamente da una sezione incentivata in Tariffa Onnicomprensiva in quarto o quinto Conto Energia;

b) di una nuova sezione d’impianto, afferente al codice CENSIMP dell’impianto potenziato, qualora l’impianto prima dell’intervento di potenziamento fosse costituito da sezioni incentivate con meccanismi differenti dalla Tariffa Onnicomprensiva in quarto o quinto Conto Energia.

Comunicazione al GSE

Entro 30 giorni dalla data di primo parallelo con la rete elettrica della porzione aggiuntiva di impianto non incentivata, il soggetto responsabile deve comunicarlo al GSE.

La comunicazione di potenziamento va redatta secondo il modello riportato sul sito del Gestore medesimo (Allegato 1, vedi Riferimenti in basso) e va inviata al seguente indirizzo di posta elettronica

gestione.esercizioFTV@gse.it

Alla comunicazione va allegato quanto elencato nel documento predisposto dal GSE (Allegato 2, vedi Riferimenti in basso) e cioè:

• la dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 445/2000 resa dal Soggetto Responsabile;
• schema elettrico unifilare as-built dettagliato dell’impianto, riportante:
• copia di un documento d’identità del Soggetto Responsabile in corso di validità;
• planimetria as-built dell’impianto con indicazione della porzione di impianto incentivata e della porzione di impianto non incentivata;
• schema elettrico unifilare as-built dettagliato dell’impianto, riportante:

- l’indicazione della porzione di impianto incentivata e della porzione di impianto non incentivata, redatto ai sensi delle norme tecniche CEI 0-2, CEI 82-25 V2 e, a seconda dei casi, CEI 0-21 II edizione o CEI 0-16 III edizione;
- l’esatta inserzione/posizione delle apparecchiature di misura dell’energia prodotta (ADM), in modo tale che venga univocamente determinata l’energia elettrica prodotta da ogni singola porzione di impianto incentivata in qualsiasi Conto Energia e non incentivata, prevedendo che le misure siano rilevate e trasmesse, da parte dei gestori di rete, senza la necessità di ulteriori elaborazioni;
- il numero, la potenza nominale, la marca e il modello dei moduli fotovoltaici e degli inverter utilizzati;

• attestazione GAUDÌ aggiornata riportante la nuova sezione di impianto relativa all’intervento di potenziamento realizzato;
• certificato di attribuzione della partita iva e/o la visura camerale come previsto dalla Circolare delle Entrate 46/E del 19 luglio 2007 qualora l’impianto, a seguito del potenziamento, superi i 20 kW.

Nell'oggetto della mail da inviare al GSE con la documentazione occorre riportare la dicitura “POTENZIAMENTO NON INCENTIVATO” e indicare:

• il/i numero/i identificativo/i (numero pratica) dell’impianto fotovoltaico incentivato oggetto di potenziamento;

• il codice CENSIMP;

• il codice POD.

Se, in occasione del potenziamento, "l’impianto incentivato dovesse subire delle modifiche o dovesse essere interessato da un fermo di produzione, il Soggetto Responsabile è tenuto a darne tempestiva comunicazione al GSE, secondo le consuete modalità".

Rischi per mancato adeguamento

Il mancato rispetto di quanto disposto dal GSE "determinerà la sospensione del riconoscimento delle tariffe incentivanti, a partire dalla data di primo parallelo con la rete elettrica della porzione aggiuntiva di impianto non incentivata".

Scambio sul posto e Ritiro dedicato

La sezione aggiuntiva all'impianto, se non può più accedere agli incentivi, può invece accedere allo Scambio sul posto o al Ritiro dedicato. In tal caso, il soggetto respondabile "è tenuto a presentare istanza di scambio sul posto o di ritiro dedicato entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio della nuova porzione dell’impianto oggetto di potenziamento censita su GAUDÌ come una nuova sezione d’impianto e nuova unità di produzione".

Potrà la sezione aggiuntiva accedere alle detrazioni fiscali del 50%?

Fino al 31 dicembre 2013 il contribuente che installa un impianto fotovoltaico a servizio di un edificio esistente può accedere alle detrazioni fiscali del 50% (per maggiori informazioni, vedi Riferimenti). In caso di potenziamento di un impianto già incentivato con Conto energia, potrà la sezione aggiuntiva accedere a dette detrazioni? Noi presumiano che sia possibile. Scriveteci in caso di parere contrario: redazione@nextville.it

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google