Nextville - logo

News e articoli

9 Luglio 2013

Detrazioni 50% mobili, i pagamenti vanno eseguiti con il bonifico

(Maria Antonietta Giffoni)

In attesa di conoscere i dettagli della conversione in legge del decreto che ha istituito l'ecobonus per i mobili, l'Agenzia delle entrate consiglia al contribuente di effettuare i pagamenti con il bonifico.

Come stabilito dall'articolo 16 del Dl 63/2013, i "contribuenti che eseguono lavori di ristrutturazione di immobili residenziali hanno diritto a una detrazione Irpef del 50% per le spese sostenute per l’acquisto di mobili destinati all’arredo degli immobili su cui sono effettuati i lavori, con un tetto massimo di spesa di 10mila euro".

Il decreto è ora in fase di conversione in legge, che deve avvenire entro il 5 agosto 2013. Il 3 luglio scorso è arrivato il via libera dal Senato. Tra le novità introdotte in fase di conversione spicca la possibilità di detrarre il 50% delle spese anche per gli elettrodomestici "bianchi" che arredano l'immobile ristrutturato, sempre con un tetto massimo di spesa di 10.000 euro (quindi bonus max di 5.000 euro).
Il testo è ora passato alla Camera dei Deputati, per l'approvazione finale e non è escluso che intervengano ulteriori modifiche.

In attesa che il decreto venga definitivamente convertito in legge, con il comunicato stampa del 4 luglio 2013 l'Agenzia delle entrate ha ritenuto opportuno dare le seguenti prime indicazioni:

"I contribuenti devono eseguire i pagamenti mediante bonifici bancari o postali, con le medesime modalità già previste per i pagamenti dei lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati.
Nei bonifici, pertanto, dovranno essere indicati:
- la causale del versamento attualmente utilizzata dalle banche e da Poste Italiane SPA per i bonifici relativi ai lavori di ristrutturazione fiscalmente agevolati;
- il codice fiscale del beneficiario della detrazione;
- il numero di partita Iva ovvero il codice fiscale del soggetto a favore del quale il bonifico è effettuato".

Non appena si conoscerà "l’esatto contenuto dell’articolo 16 del recente Dl n. 63 del 2013 come risultante dalla conversione in legge del decreto... con successive comunicazioni" l'Agenzia delle entrate fornirà "ulteriori chiarimenti sull’applicazione dell’agevolazione".

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google