Nextville - logo

News e articoli

3 Settembre 2013

Due avvisi pubblici per i Comuni campani: disponibili 50 milioni di euro

(Filippo Franchetto)

I Comuni della Regione Campania potranno beneficiare di contributi a fondo perduto non soltanto per l’installazione di impianti a fonti rinnovabili e per l’efficientamento energetico degli immobili, ma anche per la redazione dei PAES.

Con un primo avviso pubblico, in attuazione della Dgr 193/2013 (Programma "Energia efficiente - piano per promuovere e sostenere l'efficienza energetica della Regione Campania"), la Regione stanzia 15 milioni di euro per la realizzazione, su uno o più immobili di proprietà del beneficiario a destinazione ed uso pubblico, di:

• impianti solari fotovoltaici;

• impianti solari termici e/o di solar cooling;

• impianti solari a concentrazione.

Il medesimo avviso pubblico inoltre stanzia altri 30 milioni di euro per la realizzazione, su uno o più immobili di proprietà del beneficiario a destinazione ed uso pubblico, di:

• interventi sull'involucro degli edifici, anche degli edifici di elevato pregio architettonico, paesaggistico, storico e culturale al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico anche attraverso la riduzione della trasmittanza termica degli elementi costituenti l'involucro;

• interventi di ristrutturazione e sostituzione di impianti generali, elettrici e/o degli impianti di riscaldamento e raffrescamento convenzionali con eventuale e connessa realizzazione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento e/o impianti geotermici con pompe di calore geotermiche a bassa entalpia al fine di promuovere l'efficienza energetica e il risparmio energetico.

Il contributo è pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile. Il costo ammissibile minimo finanziabile è di  € 500.000, mentre il costo ammissibile massimo finanziabile è pari a € 1.500.000 per i piccoli Comuni ed € 2.000.000 per gli altri Comuni.

Il secondo avviso pubblico, invece, finanzia con 5 milioni di euro la realizzazione di interventi finalizzati alla programmazione di azioni per la riduzione di emissioni climalteranti da parte dei Comuni della Regione Campania, attraverso la redazione e l’adozione dei Piani d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES).

Il contributo è pari al 100% della spesa ritenuta ammissibile, con un costo ammissibile massimo di 5 euro per abitante. L’entità massima del contributo assegnabile per Comune, ovvero aggregazioni di Comuni, non può superare l’importo di € 1.000.000.

Per entrambi gli avvisi pubblici, le istanze vanno trasmesse via posta elettronica certificata a decorrere dalle ore 9.00 del 30/09/2013 e, comunque, entro le ore 17.00 del 25/10/2013.

Per maggiori informazioni si vedano i Riferimenti qui sotto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google