Nextville - logo

News e articoli

12 Settembre 2013

Etichettatura energetica, per sistemi di riscaldamento e solare termico sarĂ  obbligatoria dal 2015

(Emiliano Angelelli)

Il 6 settembre scorso sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale Europea i nuovi regolamenti che disciplinano l'etichettatura energetica e la progettazione ecocompatibile dei sistemi di riscaldamento, degli scaldacqua e degli impianti solari termici.

Per ciò che concerne l'etichettatura energetica si tratta del Regolamento del 18 febbraio 2013, n. 811/2013/Ue, che integra la direttiva 2010/30/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda l'etichettatura indicante il consumo d'energia degli apparecchi per il riscaldamento d'ambiente, degli apparecchi di riscaldamento misti, degli insiemi di apparecchi per il riscaldamento d'ambiente, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari e degli insiemi di apparecchi di riscaldamento misti, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari. Stesso discorso per il Regolamento 18 febbraio 2013, n. 812/2013/Ue che integra la direttiva 2010/30/Ue del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto concerne l'etichettatura energetica degli scaldacqua, dei serbatoi per l'acqua calda e degli insiemi di scaldacqua e dispositivi solari (vedi Riferimenti).

Tipologia di apparecchi interessati

Il primo regolamento fissa i requisiti in materia di etichettatura energetica e di fornitura di informazioni di prodotto supplementari per gli apparecchi per il riscaldamento d'ambiente e gli apparecchi di riscaldamento misti con una potenza termica nominale inferiore a 70 kW, gli insiemi di apparecchi per il riscaldamento d'ambiente con potenza di inferiore ai 70 kW, i dispositivi di controllo della temperatura e i dispositivi solari e gli insiemi di apparecchi di riscaldamento misti con potenza di inferiore ai 70 kW, i dispositivi di controllo della temperatura e i dispositivi solari.

Il secondo regolamento fissa le specifiche per l'etichettatura energetica e la comunicazione di informazioni supplementari sul prodotto relativamente agli scaldacqua aventi una potenza termica nominale inferiore ai 70 kW, ai serbatoi per l'acqua calda aventi un volume utile inferiore ai 500 litri e agli insiemi composti da scaldacqua inferiore ai 70 kW e dispositivo solare.

Cosa cambia per fornitori e rivenditori

A partire dal 25 settembre 2015, data in cui entrerà in vigore il nuovo regolamento, i fornitori e i rivenditori dovranno garantire che gli apparecchi di cui sopra siano muniti delle nuove etichette e delle schede prodotto. Inoltre qualsiasi pubblicità o materiale promozionale tecnico dovrà riportare l'indicazione della classe di efficienza energetica.

Le nuove etichette energetiche

A seguire riportiamo una serie di esempie delle principali tipologie di etichette introdotte dal nuovo regolamento.

Caldaie per il riscaldamento d'ambiente in classi di efficienza energetica stagionale di riscaldamento d'ambiente da A+++ a D

 

Caldaie miste in classi di efficienza energetica stagionale del riscaldamento d'ambiente da A+++ a D e in classi di efficienza energetica di riscaldamento dell'acqua da A+ a F



Insiemi di apparecchi per il riscaldamento d'ambiente, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari in classi di efficienza energetica stagionale di riscaldamento d'ambiente da A+++ a G



Insiemi di apparecchi di riscaldamento misti, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari nelle classi di efficienza energetica stagionale del riscaldamento d'ambiente e di riscaldamento dell'acqua da A+++ a G



Scaldacqua solari che rientrano nelle classi di efficienza energetica di riscaldamento dell'acqua da A+ a F


Serbatoi per l'acqua calda che rientrano nelle classi di efficienza energetica da A+ a F



Insiemi di scaldacqua e dispositivi solari che rientrano nelle classi di efficienza di riscaldamento dell'acqua da A+++ a G



Progettazione ecocompatibile

Oltre ai regolamenti sull'etichettatura energetica, il 6 settembre 2013 sono stati pubblicati nella Gazzetta Ufficiale Europea altri due nuovi regolamenti sulla progettazione ecocompatibile. Il primo è il Regolamento 2 agosto 2013, n. 813/2013 recante modalità di applicazione della direttiva 2009/125/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio in merito alle specifiche per la progettazione ecocompatibile degli apparecchi per il riscaldamento d'ambiente e degli apparecchi di riscaldamento misti. Il secondo è il Regolamento 2 agosto 2013, n. 814/2013/Ue recante modalità di applicazione della direttiva 2009/125/Ce del Parlamento europeo e del Consiglio in merito alle specifiche per la progettazione ecocompatibile degli scaldacqua e dei serbatoi per l'acqua calda.

Le nuove regole di progettazione riguardano gli apparecchi per il riscaldamento d'ambiente e di apparecchi di riscaldamento misti aventi una potenza termica nominale inferiore ai 400 kW, inclusi gli apparecchi integrati in insiemi di apparecchi per il riscaldamento d'ambiente, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari o in insiemi di apparecchi di riscaldamento misti, dispositivi di controllo della temperatura e dispositivi solari, gli scaldacqua aventi una potenza nominale inferiori ai 400 kW e di serbatoi per l'acqua calda aventi un volume utile inferiore ai 2.000 litri, compresi quelli integrati negli insiemi di scaldacqua e dispositivi solari. Le nuove regole entreranno in vigore in periodo che va dal 26 settembre 2015 al 26 settembre 2018.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google