Nextville - logo

News e articoli

10 Ottobre 2013

Umbria, contributi ai Comuni per reti di teleriscaldamento e riqualificazione energetica degli immobili

(Filippo Franchetto)

Con due Determinazioni dirigenziali 1 ottobre 2013, n. 7209 e n. 7210, la Regione Umbria offre ai Comuni la possibilità di accedere a contributi per interventi di riqualificazione energetica e per la realizzazione di reti di teleriscaldamento.

Entrambi i bandi, che rientrano nel POR FESR 2007-2013, sono stati pubblicati sul Supplemento ordinario n. 6 al BUR - serie generale - n. 46 del 9 ottobre 2013.

Bando per la realizzazione di reti di teleriscaldamento di proprietà di Amministrazioni Comunali connesse ad impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili

Destinatari del bando sono le Amministrazioni Comunali dell’Umbria, sia in forma singola che associata.

E’ previsto un contributo in conto capitale fino al 100% delle spese ammissibili per la realizzazione, il rifacimento o potenziamento di reti di teleriscaldamento connesse ad impianti alimentati a biomassa solida o gassosa, di proprietà delle Amministrazioni comunali, per una lunghezza non inferiore a 300 m.

Per ciascuna istanza, l’importo delle spese ammissibili a contributo non può risultare inferiore a € 100.000 ed il finanziamento non potrà superare l’importo massimo di € 300.000.

La dotazione finanziaria del bando ammonta a 600.000 euro.

I termini per la presentazione delle domande decorrono dalle 9:00 del 19 ottobre 2013 fino alle 18:00 del 9 dicembre 2013.

Bando per interventi di riqualificazione energetica negli edifici pubblici di proprietà comunale

Destinatari del bando sono le Amministrazioni Comunali dell’Umbria, sia in forma singola che associata, proprietarie degli edifici oggetto di intervento.

E’ previsto un contributo in conto capitale fino al 100% delle spese ammissibili (80% in caso di una seconda richiesta di finanziamento, comunque cumulabile con il Conto termico), per interventi di riqualificazione energetica del sistema edificio - impianto di immobili pubblici esistenti, con destinazione d’uso non residenziale, cui possono essere associati interventi volti all’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili.

Gli interventi di ogni domanda presentata devono essere progettati in modo da garantire complessivamente il conseguimento post operam di una riduzione del fabbisogno annuo di energia primaria per l’edificio non inferiore al 25% rispetto allo stato ante operam.

Per ciascuna istanza, l’importo delle spese ammissibili a contributo non può risultare inferiore a € 100.000 ed il finanziamento non potrà superare l’importo massimo di € 300.000. La quota di finanziamento destinata agli interventi per la produzione di energia da fonti rinnovabili non può superare l’importo massimo di € 50.000.

La dotazione finanziaria del bando ammonta a 1.450.000 euro (di cui 250.000 destinati alla produzione di energia da fonti rinnovabili).

Per maggiori informazioni e per consultare i bandi, si vedano i riferimenti qui sotto.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google