Nextville - logo

News e articoli

29 Ottobre 2013

Oneri di sbilanciamento, assoRinnovabili si rivolge al Consiglio di Stato

(Maria Antonietta Giffoni)

Secondo l'Associazione la nuova delibera dell'Autorità per l'Energia Elettrica e il Gas è contro le pronunce del Giudice Amministrativo. E perciò prosegue nel contestare la disciplina applicata.

Dopo le sentenze del Tar della Lombardia pubblicate nel luglio 2013 che avevano annullato le delibera sugli oneri di sbilanciamento, l’Autorità aveva sospeso l’attribuzione della quota residua e aveva chiesto al Consiglio di Stato la sospensione delle sentenze (vedi news nei Riferimenti).

Il Consiglio di Stato, rigettando l’istanza dell’Autorità e fissando l’udienza del 14 febbraio 2014 per la trattazione del merito della controversia, aveva stabilito che “nelle more della decisione la delibera dell'Autorità per l'energia elettrica e il gas, oggetto di impugnazione, rimane sospesa limitatamente alle prescrizioni che equiparano le fonti energetiche rinnovabili alle altre fonti" (per maggiori informazioni vedi Riferimenti).

Con un comunicato del 4 ottobre, l’Aeeg, infine, aveva fornito alcune precisazioni in merito agli effetti delle recenti ordinanze con cui il Consiglio di Stato ha confermato l’annullamento della delibera 281/2012/R/EFR, fino all'udienza di merito. Queste precisazioni sono poi confluite nella Delibera n. 462/2013/R/EEL del 17 ottobre scorso (per maggiori informazioni, vedi Riferimenti).

È proprio contro l'emanazione di questa delibera che, ora, assoRinnovabili esprime tutto il suo rammarico per il comportamento dell'Autorità. E con un deciso comunicato stampa del 25 ottobre scorso "ribadisce la propria ferma contrarietà alla reintroduzione della disciplina degli sbilanciamenti operata dall’AEEG tramite la deliberazione 462/2013/R/eel, che ricalca integralmente l’incredibile “comunicato” del 4 ottobre scorso per il quale assoRinnovabili ha diffidato la stessa Autorità, GSE e Terna dal darvi esecuzione".

“Non comprendiamo perché l’Autorità abbia deciso di far rivivere la disciplina degli sbilanciamenti nonostante il Giudice Amministrativo l’abbia annullata” afferma Agostino Re Rebaudengo. “Dispiace inoltre – prosegue il Presidente - che non sia stato riconvocato il tavolo tecnico istituito dall’Autorità con assoRinnovabili, che stava lavorando proprio alla revisione di tale disciplina per trovare una soluzione concordata”.

"L’Associazione - continua il comunicato - si vede pertanto costretta a proseguire nel percorso giurisdizionale di contestazione della disciplina". E ricorrerà, a sua volta, al Consiglio di Stato.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google