Nextville - logo

News e articoli

31 Ottobre 2013

Stati generali della green economy, a Ecomondo le proposte per un green new deal

(Redazione Nextville)

Dal 6 al 9 novembre si terrà a Rimini Ecomondo 2013, la fiera dedicata alla sostenibilità. Tornano gli Stati Generali della green economy, nel corso dei quali verranno presentate le proposte per un green new deal elaborate in questi mesi.

Oltre 1000 aziende su 16 padiglioni, un altissimo numero di adesioni, compratori da 25 Paesi: sarà questo lo scenario di apertura della 17esima edizione di Ecomondo, la fiera italiana più importante dedicata alla sostenibilità. Per il secondo anno consecutivo Ecomondo sarà il palcoscenico degli Stati Generali della Green Economy, che si terranno durante i primi due giorni di fiera.

Gli Stati generali sono organizzati dal Consiglio nazionale della Green Economy, composto da 66 organizzazioni di imprese green (con migliaia di aziende al loro interno), in collaborazione con il ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico e con il supporto tecnico della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile. Come avevamo già scritto in precedenza, agli 8 gruppi di lavoro dell'anno scorso se ne sono aggiunti altri due, per un totale di dieci: sono stati realizzati quindi dieci documenti programmatici complessivi che serviranno a presentare la "Roadmap per la green economy" composta da 79 proposte. Il processo che ha condotto a questo documento è stato altamente partecipato e ha visto il coinvolgimento di 2.570 stakeholder, tra rappresentanti delle imprese, organizzazioni e associazioni no profit, istituzioni, università e istituti di ricerca, sindacati e partiti e cittadini interessati.

Il Consiglio Nazionale della Green Economy ha individuato inoltre 10 priorità, le più urgenti, quelle da mettere in pratica subito contenute nel "Pacchetto di misure per un Green New Deal per l’Italia" e estrapolate dalle suddette 79 proposte. La presentazione di queste priorità avverrà nel corso dell'incontro previsto per il 6 novembre alle ore 11.30 e intitolato "Green new deal". Ad esso parteciperanno Edo Ronchi, presidente della Fondazione Sviluppo Sostenibile, Andrea Orlando, ministro dell’Ambiente, Michele Candotti, consigliere del Direttore Esecutivo dell’UNEP, Robert Konrad, direttore generale Ambiente della Commissione Europea e, in videoconferenza, Tim Jackson, professore di Sviluppo Sostenibile presso l'università di Surrey. Modererà l'incontro Nicola Saldutti del Corriere della Sera. Nel corso del convegno sarà presentato in anteprima il libro intitolato "Un green new deal per l'Italia", il nuovo rapporto 2013 sulla green economy pubblicato da Edizioni Ambiente a cura di Edo Ronchi, Roberto Morabito, Toni Federico e Grazia Barberio, con l'introduzione di Tim Jackson. 

A proposito di Edizioni Ambiente, che sarà al centro del dibattito degli Stati generali, ricordiamo che la casa editrice sarà presente a Ecomondo con un suo stand (padiglione B3 stand 10) e sarà protagonista di una serie di incontri e presentazioni nel corso della manifestazione (per il programma completo vedi Riferimenti in basso).

Per ciò che riguarda gli Stati generali della green economy, sono previste infine altre due sessioni di incontri, che si terranno rispettivamente il 6 e il 7 novembre: la prima intitolata "Le regioni e i comuni per un green new deal" e la seconda "Le misure e le riforme economiche e fiscali necessarie per attivare un green new deal" (per il programma completo vedi Riferimenti in basso). Questa due giorni sarà chiusa dall'intervento di Flavio Zanonato, ministro per lo Sviluppo Economico, a cui saranno affidate le conclusioni del dibattito.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google