Nextville - logo

News e articoli

27 Novembre 2013

Bando investimenti innovativi: 150 milioni di euro per le Regioni Convergenza

(Filippo Franchetto)

Grazie al nuovo bando del Ministero dello Sviluppo, le imprese delle Regioni Convergenza (Campania, Calabria, Puglia e Sicilia) potranno beneficiare di 150 milioni di euro per investimenti innovativi.

Le principali caratteristiche del bando (tipologie di investimenti, entità dell’agevolazione, ecc.) erano già contenute nel Dm 29 luglio 2013 (vedi Riferimenti). Lo scorso 20 novembre, inoltre, è stato firmato (in attesa di pubblicazione in GU) il decreto direttoriale 20 novembre 2013 (vedi Riferimenti), con il quale sono stati individuati i termini e le modalità di presentazione delle domande per l’accesso alle agevolazioni.

Beneficiarie del bando sono le imprese che effettuano investimenti innovativi finalizzati allo svolgimento delle seguenti attività economiche:

a) attività manifatturiere di cui alla sezione C della classificazione delle attività economiche ATECO 2007;

Attenzione: sono esclusi i settori della siderurgia, della cantieristica navale, dell'industria carboniera e delle fibre sintetiche e il settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli di cui all’allegato I del Trattato sul funzionamento dell'Unione europea.

b) produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore di cui alla sezione D della predetta classificazione ATECO, nei limiti indicati nell'allegato al Dm 29 luglio 2013;

I programmi di investimento ammissibili devono riguardare la produzione e distribuzione di energia elettrica e di calore, di cui alle classi 35.1 e 35.3 della classificazione delle attività economiche ATECO 2007, limitatamente agli impianti alimentati da fonti rinnovabili o che concorrono all’incremento dell’efficienza energetica e al risparmio energetico, con potenza non superiore a 50 MW elettrici.

c) attività di servizi come individuate nell'allegato al Dm 29 luglio 2013.

Si veda nel dettaglio l’Allegato al Dm 29 luglio 2013 - "A. Elenco delle attività di servizi ammissibili".

Non sono ammissibili alle agevolazioni i programmi costituiti da investimenti di mera sostituzione di impianti, macchinari e attrezzature. Non sono, altresì, ammissibili i programmi realizzati, in tutto o in parte, con la modalità del cosiddetto “contratto chiavi in mano”.

La dotazione finanziaria del bando ammonta a 150 milioni di euro, di cui il 60% è riservato alle piccole e medie imprese. Nell'ambito di questa riserva, è istituita una sottoriserva pari al 25% della stessa destinata alle micro e piccole imprese.

La domanda di agevolazioni e la relativa documentazione, firmate digitalmente, devono essere presentate a partire dalle ore 10.00 del 27 febbraio 2014, attraverso un’apposita procedura informatica che sarà accessibile dalla sezione “Investimenti innovativi nelle Regioni Convergenza” del sito del Ministero dello sviluppo economico www.mise.gov.it.

Le imprese possono iniziare la fase di compilazione della domanda e dei relativi allegati a partire dal 13 febbraio 2014.

Per tutti i dettagli sul contenuto del bando e per consultare il due decreti, completi degli allegati, si vedano i Riferimenti qui sotto.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google