Nextville - logo

News e articoli

6 Dicembre 2013

Incentivi GSE, i documenti necessari per l'informativa antimafia

(Maria Antonietta Giffoni)

Il Gestore dei servizi energetici comunica agli operatori quali documenti dovranno fornire, affinchè il Gse medesimo possa richiedere alle Prefetture l'informativa antimafia.

Secondo quanto disposto dal Decreto legislativo 159/2011, il Gestore dei servizi energetici ha l'obbligo di acquisire la documentazione antimafia per tutti gli operatori che ricevono incentivi per un importo superiore a 150.000 euro, calcolato per l’intera durata del periodo incentivante.

Tuttavia, per fare tale richiesta alle Prefetture, il Gse ha bisogno che gli operatori gli forniscano la seguente documentazione:

dichiarazione sostitutiva del certificato di iscrizione alla Camera di Commercio, dalla quale risultino i dati dei soggetti da controllare a norma dell'art. 85 del Dlgs 159/2011;

dichiarazioni sostitutive redatte ai sensi del Dpr 445/2000, a cura dei soggetti obbligati ex art. 85 del Dlgs 159/2011, riferite ai loro familiari conviventi di maggiore età.

Gli operatori potranno inviare la documentazione richiesta attraverso il portale internet del Gse (anche noto con l'acronimo GWA). Attraverso il portale, infatti, gli operatori potranno scaricare i modelli delle dichiarazioni, compilarli, firmarli e trasmetterli servendosi della sezione "Documentazione Antimafia" del GWA.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google