Nextville - logo

News e articoli

24 Dicembre 2013

Sistemi di accumulo, i primi orientamenti dell'Autorità

(Filippo Franchetto)

Nel DCO n. 613/2013/R/eel del 19 dicembre 2013 sono riportati i primi orientamenti dell’Aeeg in merito ai sistemi di accumulo dell’energia elettrica. Per l’invio delle osservazioni c’è tempo fino al 31 gennaio 2014.

Gli operatori del settore lamentano da tempo l’assenza di opportune disposizioni che definiscano "le modalità di accesso e di utilizzo della rete pubblica nel caso di sistemi di accumulo, anche diversi dai pompaggi, installati singolarmente o presso un centro di consumo o presso un impianto di produzione di energia elettrica, nonché le misure dell’energia elettrica ulteriori eventualmente necessarie per la corretta erogazione di strumenti incentivanti o di regimi commerciali speciali.”

Ricordiamo che lo scorso 20 settembre, in una nota che aveva destato molta perplessità (vedi news relativa), il GSE aveva chiarito che – in assenza di un definito quadro regolatorio – “ai fini della corretta erogazione degli incentivi, non è consentita alcuna variazione di configurazione impiantistica che possa modificare i flussi dell’energia prodotta e immessa in rete dal medesimo impianto, come ad esempio la ricarica dei sistemi di accumulo tramite l’energia elettrica prelevata dalla rete."

Si trattava a tutti gli effetti di un vero e proprio divieto, che mostrava altresì l’esigenza di un tempestivo chiarimento normativo e regolatorio in materia di accumuli.

Ora, grazie a questo nuovo DCO n. 613/2013/R/eel, ha finalmente inizio quel percorso che dovrebbe portare – nel giro di qualche mese – ad una regolamentazione della materia. Si tratta senza dubbio di una buona notizia, considerato anche il crescente interesse da parte degli operatori di mercato a installare sistemi di accumulo presso gli impianti a fonti rinnovabili per migliorare l’autoconsumo e, quindi, ridurre i costi dell’energia elettrica.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google