Nextville - logo

News e articoli

26 Luglio 2019

500 milioni ai Comuni per l'efficienza energetica, modalità di accesso in GU

(Maria Antonietta Giffoni)

Pubblicato in GU il decreto che disciplina le modalità di accesso agli incentivi per i Comuni. In allegato la scheda di attestazione per l'erogazione della prima quota, da inviarsi via PEC. La trasmissione telematica è rinviata a un futuro provvedimento.

Ricordiamo che il Dm 14 maggio 2019, attuativo del decreto crescita (Dl 34/2019), ha previsto l'assegnazione in favore dei Comuni italiani di un contributo per la realizzazione di interventi di efficientamento energetico e di opere di sviluppo territoriale sostenibile.

L'ammontare del contributo da assegnare a ciascun Comune è stato determinato in base alla popolazione residente al 1° gennaio 2018 e va da un minimo di 50mila euro per i Comuni più piccoli (con popolazione inferiore o uguale a 5.000 abitanti) ad un massimo di 250mila euro per i Comuni più grandi (con popolazione superiore a 250.000 abitanti).

Le modalità operative per accedere agli incentivi sono contenute nel decreto direttoriale 10 luglio 2019, pubblicato ieri, 25 luglio 2019, in Gazzetta ufficiale. Il decreto (consultabile nei Riferimenti in basso) discipina:

• gli interventi ammissibili;

• le modalità di erogazione della prima quota del contributo (50%);

• le modalità di erogazione del saldo del contributo (restante 50%).

In allegato al provvedimento c'è anche lo schema di attestazione per l'erogazione della prima quota di contributo. L'attestazione va inviata via posta elettronica certificata, all'indirizzo contributocomuni@pec.mise.gov.it

Attenzione: lo schema allegato al decreto potrà essere utilizzato solo fino a quando non verrà attivata la trasmissione telematica, da definirsi con un futuro provvedimento. Vi terremo informati.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google