Nextville - logo

News e articoli

19 febbraio 2020

L'efficienza energetica ha bisogno di scelte coraggiose

(Redazione Nextville)

Kyoto Club, Legambiente e Renovate Italy hanno inviato una lettera al Governo per chiedere che il recepimento della direttiva EPBD sia partecipata, aderente al testo della direttiva stessa e che si concluda almeno entro la fine del 2020.

Come avevamo già avuto modo di segnalarvi, verso la fine del mese scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, sette decreti legislativi che, in attuazione della legge di delegazione europea 2018 (legge 4 ottobre 2019, n. 117), introducono misure necessarie al recepimento di direttive dell’Unione europea.

Tra essi anche il decreto legislativo di attuazione della direttiva 2018/844/Ue, che modifica la direttiva 2010/31/Ue sulla prestazione energetica nell’edilizia, anche nota come EPBD.

Secondo le associazioni firmatarie della lettera, "questo recepimento è un passaggio fondamentale, soprattutto per quella che è la novità principale di tale direttiva: l’approvazione di una strategia di ristrutturazione a lungo termine ... Tale strategia sarà lo strumento che orienterà le azioni e le politiche in tema di ristrutturazione edilizia fino al 2050".

Nella bozza di decreto questa strategia è presente, ma, a parere delle tre associazioni, mancano i dettagli relativi all'attuazione della strategia stessa.

"Riteniamo — si legge sempre nella lettera — che ciò sia un errore: senza le politiche e le azioni che verranno messe in campo, la strategia si limita ad essere un documento di indirizzo che contiene mere ipotesi". Invece, è "necessario agire in fretta, non solo per l'impellente lotta ai cambiamenti climatici, ma anche perché ogni ritardo si ripercuoterà sull’intero percorso; rimandare l'applicazione delle politiche e delle azioni significa partire con un handicap, che sarà difficile recuperare".

Per il recepimento della EPBD non servono "decisioni delatorie", ma "scelte coraggiose". Kyoto Club, Legambiente e Renovate Italy chiedono, quindi, al Governo che "il recepimento avvenga correttamente, nei contenuti (aderentemente al testo della Direttiva), nei modi (tramite convocazione degli stakeholder, alla quale saremo felici di portare i nostri contributi) e nei tempi (almeno entro la fine del presente anno)".

Annunci Google