Nextville - logo

News e articoli

18 marzo 2020

Proroga autorizzazioni, cosa prevede il Dl 'Cura Italia'

Un articolo del nuovo Dl 18/2020 sull'emergenza "Coronavirus" si occupa della sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi e degli atti amministrativi in scadenza.

Si tratta dell'articolo 103, nel quale è stabilito che tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino al 15 giugno 2020.

Nel medesimo articolo, inoltre, è previsto che "ai fini del computo dei termini ordinatori o perentori, propedeutici, endoprocedimentali, finali ed esecutivi, relativi allo svolgimento di procedimenti amministrativi su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data, non si tiene conto del periodo compreso tra la medesima data e quella del 15 aprile 2020."

Sarà compito delle pubbliche amministrazioni adottare ogni misura in grado di assicurare la ragionevole durata e la celere conclusione dei procedimenti, con priorità per quelli da considerare urgenti, anche sulla base di motivate istanze degli interessati.

Merita infine un cenno anche l'articolo 125, comma 1 del decreto-legge, che proroga di 6 mesi (dal 15 maggio al 15 novembre 2020) il termine di conclusione dei lavori per la realizzazione di opere di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile nei piccoli Comuni.

Annunci Google