Nextville - logo

News e articoli

25 Giugno 2020

Ecobonus, dall'11 giugno si applica la nuova definizione di 'impianto termico'

(Maria Antonietta Giffoni)

L'ENEA fa sapere a cittadini e operatori che, per gli interventi che accedono alle detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici, realizzati dall'11 giugno 2020, si applica la definizione di impianto termico contenuta nel Dlgs 48/2020.

Nel recepire la direttiva 2018/844/Ue, anche nota come EPBD III (Energy performance of buildings directive III), il decreto legislativo 10 giugno 2020, n. 48 ha previsto una nuova definizione di impianto termico.

Modificando la lettera l-tricies, comma 1, articolo 2 del Dlgs 192/2005, il Dlgs 48/2020 definisce l'impianto termico come "impianto tecnologico fisso destinato ai servizi di climatizzazione invernale o estiva degli ambienti, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, o destinato alla sola produzione di acqua calda sanitaria, indipendentemente dal vettore energetico utilizzato, comprendente eventuali sistemi di produzione, distribuzione, accumulo e utilizzazione del calore nonché gli organi di regolazione e controllo, eventualmente combinato con impianti di ventilazione. Non sono considerati impianti termici i sistemi dedicati esclusivamente alla produzione di acqua calda sanitaria al servizio di singole unità immobiliari ad uso residenziale ed assimilate".

Essendo intervenuta tale modifica nell'ordinamento nazionale, l'ENEA ha adeguato le procedure per l'accesso all'Ecobonus precisando, nella FAQ 9D, che per gli interventi realizzati a partire dall'11 giugno 2020 (data di entrata in vigore del Dlgs 48/2020), "si applica la definizione di impianto termico" riportata all’articolo 3, comma 1, lettera c) del decreto 10 giugno 2020, n. 48, che modifica l’articolo 2, comma 1, del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 192.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google