Nextville - logo

News e articoli

29 settembre 2020

Superbonus e condomini: come calcolare i limiti di spesa

(Filippo Franchetto)

In caso di interventi realizzati su parti comuni di un edificio condominiale, il limite di spesa ammesso al Superbonus deve essere calcolato moltiplicandolo per il numero delle unità immobiliari di cui è composto l'edificio medesimo.

Con la Risoluzione n. 60 del 28 settembre 2020, l'Agenzia delle entrate ha chiarito alcuni dubbi interpretativi sui limiti di spesa ammessi alla detrazione del 110%. Nel caso specifico, oggetto della Risoluzione, si tratta di un condominio composto da quattro unità immobiliari, i cui condòmini intendono effettuare una serie di interventi sulle parti comuni dell'edificio, finalizzati all'efficienza energetica (isolamento termico, pannelli solari termici e fotovoltaici, ecc.) e alla riduzione del rischio sismico.

In particolare, a parere dell'istante, non è chiaro se i valori massimi di spesa indicati dall'articolo 119 del decreto-legge "Rilancio" (Dl 34/2020) e dalla Guida dell'Agenzia delle entrate del luglio 2020 siano riferiti "ad unità familiari o a singole unità abitative condominiali".

Sul punto, l'Agenzia nella Risoluzione ricorda che — nel caso dell'isolamento termico — la norma prevede che la detrazione sia calcolata su un ammontare complessivo delle spese, di importo variabile in funzione del numero delle unità immobiliari di cui l'edificio è costituito. In particolare, se l'edificio è composto da due a otto unità immobiliari, il limite massimo di spesa ammesso al Superbonus è pari a 40.000 euro; quindi, nel caso specifico, trattandosi di un edificio composto da quattro unità immobiliari, il limite sarà pari a 160.000 euro.

Per gli interventi di riduzione del rischio sismico, che determinano il passaggio ad una o a due classi di rischio sismico inferiore, realizzati sulle parti comuni degli edifici, la detrazione del 110% si applica su un ammontare delle spese non superiore a 96.000 euro, moltiplicato per il numero delle unità immobiliari dell'edificio. Quindi, analogamente a quanto previsto per gli interventi di efficientamento energetico, il limite massimo di spesa ammesso al Superbonus sarà pari a 384.000 euro (96.000 euro x 4 unità immobiliari).

Annunci Google