Nextville - logo

News e articoli

5 novembre 2020

Detrazioni fiscali per l'edilizia: occorre un riordino normativo

(Maria Antonietta Giffoni)

Il Consiglio nazionale dei commercialisti ha chiesto al Governo una circolare annuale esplicativa e un testo unico delle interpretazioni.

Tra Ecobonus, Bonus casa, Bonus facciate e Superbonus, è sempre più difficile orientarsi tra interventi ammessi, percentuali di detrazione fruibili e regole per accedervi.

Il Governo ha cominciato nel 1997 con le detrazioni per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, ha proseguito nel 2007 con le detrazioni per la riqualificazione energetica degli edifici ed è arrivato, negli ultimi anni, a prevedere anche detrazioni per il recupero o restauro della facciata esterna degli edifici esistenti. Infine, è arrivato il Superbonus che le potenzia tutte, non senza aggiungere nuove regole. Per non parlare di altri bonus più o meno collegati ad alcune di esse, come per esempio il bonus mobili.

Insomma, una giustapposizione di interventi normativi che può mettere in difficoltà anche i professionisti più esperti. Non si può, quindi, che condividere il grido di allarme lanciato dal Consiglio nazionale dei commercialisti: "la famiglia di detrazioni edilizie ... deriva da una stratificazione non ordinata di interventi ... che costituiscono ormai una matassa quasi inestricabile".

Per districarla, secondo Maurizio Postal — Consigliere nazionale dei commercialisti -, occorre "come minimo, una circolare annuale specifica nella quale, oltre a fornire tutte le indicazioni di prassi, si cerchi anche di sistematizzare i profili disciplinari che sono comuni alle diverse agevolazioni, così da ridurre la complessità, reale e percepita, che discende invece da una loro trattazione disorganica e separata detrazione per detrazione".

Molto meglio sarebbe predisporre un testo unico delle interpretazioni, perché aggiunge Postal "appare poco appropriato includere i chiarimenti 'annuali' relativi a queste detrazioni nell’ambito della maxi-circolare con cui ogni anno l’Agenzia delle Entrate aggiorna le proprie istruzioni con riguardo alla generalità delle deduzioni e detrazioni che possono essere indicate nel quadro RP della dichiarazione dei redditi delle persone fisiche".

Annunci Google