Nextville - logo

News e articoli

6 novembre 2020

Isole minori, contributi per progetti energetici innovativi

(Filippo Franchetto)

Sono 10 i milioni di euro a disposizione dei gestori del servizio elettrico operanti nelle isole minori non interconnesse, destinati alla realizzazione di progetti per la progressiva copertura del fabbisogno energetico attraverso le fonti rinnovabili.

La novità è contenuta nel Dm Sviluppo economico 25 maggio 2020, che attua quanto previsto dall'articolo 6 del Dm 14 febbraio 2017

Sono ammissibili a contributo i progetti integrati, costituiti da un piano di interventi volti a ridurre la produzione elettrica annua convenzionale e da un piano di interventi innovativi sulla rete elettrica e sulle infrastrutture connesse.

I progetti devono dimostrare di ridurre — da un minimo del 20% al un massimo del 50% — la "produzione elettrica annua convenzionale", rispetto ai valori indicati nell'allegato 1 del Dm 14 febbraio 2017.

Possono presentare progetti i gestori del servizio elettrico nelle isole minori non interconnesse, anche in collaborazione con altri soggetti pubblici, inclusi i Comuni interessati, e con soggetti privati.

I contributi in conto capitale non possono eccedere il limite massimo del 60% della spesa ammissibile. L'ammontare complessivo delle risorse a disposizione è pari a 10 milioni di euro.

La domanda di contributo, comprensiva della documentazione, dovrà essere presentata alla Direzione Generale per l'approvvigionamento, l'efficienza e la competitività energetica del Ministero dello sviluppo economico (DGAECE) in via esclusivamente telematica, tramite posta elettronica certificata, entro il 25 giugno 2021.

Per ogni ulteriore informazione e per consultare il bando, si vedano i riferimenti qui sotto.

Annunci Google