Nextville - logo

News e articoli

10 novembre 2020

IEA: le rinnovabili elettriche non conoscono crisi

(Filippo Franchetto)

Nel corso di questo 2020, la nuova capacità di FER installata a livello   globale ammonterà alla cifra record di quasi 200 GW. E le previsioni per i prossimi anni sono ancora più rosee.

Il rapporto "Renewables 2020", realizzato dall'International Energy Agency, mostra una settore che gode di piena salute, anche nel mezzo della crisi scatenata dal Covid-19, in assoluta controtendenza rispetto ad altri comparti tradizionali quali gas, petrolio e carbone. Basti pensare che le rinnovabili rappresentano quasi il 90% di tutta la nuova potenza elettrica installata globalmente nel 2020, grazie soprattutto a eolico, idroelettrico e fotovoltaico.

Questo si tradurrà, concretamente, in un aumento del 7% dell'elettricità generata da FER, a fronte peraltro di un calo del 5% della domanda energetica globale, il più pesante dalla seconda guerra mondiale ad oggi. Però, sottolinea la IEA, ci sono rinnovabili non elettriche che stanno subendo fortemente la crisi in atto.

I biocarburanti, ad esempio, sono attualmente in grandissima difficoltà (per la prima volta in oltre due decenni di crescita continua), a causa sia del complessivo calo della domanda di carburanti per trasporti, sia per i prezzi bassi dei carburanti stessi, che riducono la convenienza economica dei carburanti di origine vegetale.

In ogni caso, secondo la IEA a partire dal 2021 si assisterà ad una crescita delle FER ancor più rapida di quella a cui stiamo assistendo in questo 2020, grazie soprattutto al contributo dell'India e dell'Unione europea. Il gigante indiano, in particolare, avrà un ruolo fondamentale che prevede per il prossimo anno un raddoppio rispetto alla capacità installata nel 2020. Il 2021 sarà anche avvantaggiato dall'entrata in esercizio di numerosi grandi impianti, il cui avvio è stato ritardato a causa dei blocchi nella catene di approvvigionamento dei materiali causa Covid-19.

Considerando un orizzonte temporale più ampio, le prospettive delineate dal rapporto IEA vedono per i prossimi 5 anni una continua riduzione dei costi e un rafforzamento del sostegno da parte dei Governi alle politiche di decarbonizzazione. La capacità totale eolica e fotovoltaica è destinata a superare il gas naturale nel 2023 e il carbone nel 2024; si assisterà inoltre ad una crescita fortissima dell'eolico offshore, che nel 2025 rappresenterà circa un quinto dell'intero mercato eolico.

"Nel 2025, le energie rinnovabili diventeranno la più grande fonte di generazione di elettricità al mondo, ponendo fine ai cinquant'anni di carbone come principale fornitore di energia", ha affermato Fatih Birol, direttore esecutivo della IEA. "A quel punto, si prevede che le rinnovabili forniranno un terzo dell'elettricità mondiale e la loro capacità totale sarà il doppio dell'intera capacità energetica della Cina di oggi".

Annunci Google