Nextville - logo

News e articoli

13 novembre 2020

Regionalizzazione idroelettrico, è la volta del Friuli Venezia Giulia

(Redazione Nextville)

Dopo Lombardia e Piemonte, ora anche il Friuli Venezia Giulia ha emanato le regole che guideranno il processo di "regionalizzazione" delle grandi derivazioni d'acqua a scopo idroelettrico.

La legge regionale 6 novembre 2020, n. 21, in attuazione di quanto disposto dal Dlgs 79/99, disciplina le modalità e le procedure di assegnazione delle concessioni di grandi derivazioni d'acqua a scopo idroelettrico, cioè con potenza nominale media superiore a 3.000 kW. Le nuove regole si applicano in caso di scadenza della concessione oppure di decadenza, revoca o rinuncia alla concessione.

Come previsto anche dalle altre Regioni, le possibili modalità di assegnazione della concessioni sono tre:

• gara pubblica;

• affidamento a società pubblico-privata con gara a doppio oggetto, per l'assegnazione della concessione e per la scelta del socio privato;

• mediante partenariato pubblico-privato.

Inoltre, è stabilito che i concessionari delle grandi derivazioni già scadute al 12 novembre 2020 (data di entrata in vigore della legge regionale) o in scadenza in data anteriore al 31 luglio 2024 "proseguono, per conto della Regione, l'esercizio delle derivazioni, delle opere e degli impianti oltre la scadenza della concessione e per il tempo necessario al completamento delle procedure di assegnazione della concessione stessa (...)".

 

Annunci Google