Nextville - logo

News e articoli

19 novembre 2020

Consulta: illegittimo il PTPR Lazio

(Filippo Franchetto)

La Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la deliberazione del Consiglio regionale n. 5 del 2019, con cui era stato approvato il Piano territoriale paesistico regionale (PTPR) del Lazio.

La sentenza n. 240 del 17 novembre 2020 è destinata a produrre effetti anche sugli iter autorizzativi degli impianti alimentati da fonti rinnovabili. Ricordiamo infatti che il PTPR rappresentava finora l'unica disciplina regionale vigente in materia di divieti e limiti per l'installazione di impianti FER sul territorio.

L'illegittimità costituzionale della Dcr n. 5/2009 è conseguenza del mancato coinvolgimento del MiBACT nel procedimento che ha portato all'approvazione del PTPR da parte del Consiglio regionale. O, meglio, il Ministero era stato coinvolto, ma ad un punto così avanzato del procedimento che la Regione si è poi limitata ad approvare unilateralmente il PTPR, senza senza tenere conto delle conclusioni raggiunte in accordo con il Ministero (la cui approvazione è stata rinviata ad un momento successivo).

La Regione contestava il fatto che la necessaria co-pianificazione in materia paesaggistica dovesse tradursi "nel consenso da trovare su ogni singolo, minimo dettaglio di un piano di ampiezza pari a quello regolativo del paesaggio di un'intera regione", dovendosi piuttosto intendere in un senso "più equilibrato", cioè come "condivisione reciproca sull’impostazione, i caratteri, le linee generali e le finalità del Piano".

I giudici costituzionali, però, hanno ribadito che "l'unitarietà del valore della tutela paesaggistica" comporta l'impossibilità di scindere il procedimento di pianificazione paesaggistica in subprocedimenti, che vedano del tutto assente la componente statale. Cosa che invece ha fatto la Regione Lazio, arrivando ad approvare un PTPR non concordato e violando così il principio costituzionale di leale collaborazione, che si traduce nella "necessità di un confronto costante, paritario e leale tra le parti, che deve caratterizzare ogni fase del procedimento e non seguire la sua conclusione".

Annunci Google