Nextville - logo

News e articoli

11 Settembre 2020

Superbonus su parti comuni edifici plurifamiliari? Solo se è 'condominio'

(Redazione Nextville)

Le detrazioni del 110% non si applicano agli interventi eseguiti sulle parti comuni di più unità immobiliari, qualora queste non facciano parte di un condominio.

Con la risposta n. 329 del 10 settembre 2020, l'Agenzia delle entrate ha chiarito i dubbi avanzati da un soggetto che è comproprietario (insieme al coniuge e ai figli) di più unità immobiliari autonomamente accatastate, facenti parte del medesimo edificio. I dubbi riguardavano la possibilità di accedere al Superbonus per i lavori di isolamento termico da realizzare sulle parti comuni delle citate unità immobiliari.

L'Agenzia ricorda che nella circolare n. 24/E dell'8 agosto 2020 viene specificato che "il Superbonus non si applica agli interventi realizzati sulle parti comuni a due o più unità immobiliari distintamente accatastate di un edificio interamente posseduto da un unico proprietario o in comproprietà fra più soggetti.

Un'interpretazione che sarebbe confermata anche dal fatto che la locuzione utilizzata dal legislatore si riferisce espressamente ai "condomìni" e non alle "parti comuni" di edifici. Quindi, ai fini del 110%, l'edificio oggetto degli interventi deve risultare costituito in condominio, secondo la disciplina civilistica prevista.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google