Nextville - logo

News e articoli

11 Agosto 2011

Cogenerazione ad alto rendimento, il Ministro Romani ha firmato il decreto

(Maria Antonietta Giffoni)

Un comunicato stampa pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo economico martedì scorso annuncia che il Ministro Romani, di concerto con il Ministro dell'Ambiente, ha firmato il decreto che gli operatori del settore attendevano da 4 anni.

Sappiamo che la cogenerazione è la produzione combinata di elettricità e calore da un unico impianto, realizzata utilizzando una singola fonte di energia. Ma non tutti gli impianti di cogenerazione possono essere definiti “ad alto rendimento” e beneficiare, quindi, dei vantaggi previsti dalla normativa.

Tale definizione, nota anche con l'acronimo CAR, è stata introdotta dalla Direttiva 2004/8/Ce, recepita con il Decreto legislativo 8 febbraio 2007, n. 20 (per maggiori informazioni vedi Riferimenti).

In attesa che venissero emanate le metodologie applicative, il Dlgs 20/2007 aveva previsto che fino al 31 dicembre 2010 la condizione di cogenerazione ad alto rendimento corrispondesse alla cogenerazione così come definita dall'articolo 2, comma 8  del Dlgs 79/99 che soddisfa i requisiti definiti dall’Autorità con la Delibera n. 42/02.

Ma dal 1° gennaio 2011 le cose sarebbero dovute cambiare. A partire da quella data l’Italia avrebbe dovuto, infatti, applicare quanto previsto dalla Direttiva 2004/8/Ce.

Dopo otto mesi di vuoto normativo, il Ministero ora annuncia che "il Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, di concerto con il Ministro dell’Ambiente Stefania Prestigiacomo, ha firmato, il 4 agosto 2011, il Decreto ministeriale che stabilisce i nuovi criteri per il riconoscimento della condizione di alto rendimento per gli impianti di cogenerazione.
Con il decreto, che allinea le regole CAR, a quanto disposto dalla Direttiva 2004/8/CE e dal decreto legislativo n. 20 del 2007, si compie un importante passo verso la definizione del quadro normativo per la promozione della cogenerazione, che sarà prossimamente completato con il decreto, in via di approvazione, sui meccanismi incentivanti".

Non ci resta che attendere la pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Quando ciò accadrà e con la speranza che non si debba aspettare ancora molto, la redazione di Nextville ve ne darà tempestiva notizia.

Per rimanere aggiornati sulle novità di Nextville vi invitiamo a iscrivervi alla nostra newsletter quindicinale gratuita. Iscriviti qui.

Condividi:
© Copyright riservato - riproduzione vietata ReteAmbiente Srl, Milano
La pirateria editoriale è reato ai sensi della legge 18 agosto 2000 n. 248
Annunci Google