Nextville - logo
  Evidenzia modifiche:

print

Decisione Consiglio Ue 2009/954/Ce

"Statuto della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (Ipeec)" e "Memorandum relativo all'istituzione presso l'Agenzia internazionale dell'energia del segretariato della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica"


Ultima versione disponibile al 05/07/2020

Consiglio dell'Unione europea
Decisione 30 novembre 2009, n. 2009/954/Ce
(Guue 16 dicembre 2009 n. L 330)
Decisione relativa alla firma e conclusione da parte della Commissione europea dello "Statuto della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (Ipeec)" e del "Memorandum relativo all'istituzione presso l'Agenzia internazionale dell'energia del segretariato della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica"

Il Consiglio dell'Unione europea,

visto il trattato che istituisce la Comunità europea, in particolare l'articolo 175, paragrafo 1, e l'articolo 300, paragrafo 2, primo comma e paragrafo 3, primo comma,

vista la proposta della Commissione,

visto il parere del Parlamento europeo,1

considerando quanto segue:

(1) Su iniziativa della Commissione europea, nel giugno 2008 i membri del G8, la Cina, l'India, la Corea del Sud e la Commissione hanno deciso di dare vita alla Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (Ipeec) con l'obiettivo di favorire le iniziative che permettono di migliorare considerevolmente l'efficienza energetica. L'Ipeec offrirà un forum per discussioni, consultazioni e scambio di informazioni, aperto ad altri paesi e organizzazioni intergovernative.

(2) Il 24 maggio 2009 a Roma dodici Stati, tra cui quattro Stati membri della Comunità europea, hanno firmato lo statuto della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (lo "statuto").

(3) Lo statuto descrive le attività di cooperazione dell'Ipeec, ne stabilisce l'organizzazione, definisce i criteri per accogliere potenziali nuovi membri e contiene disposizioni generali attinenti, tra l'altro, al finanziamento della partnership e ai diritti di proprietà intellettuale.

(4) L'articolo 4.2 dello statuto stabilisce che le organizzazioni intergovernative possono divenire membri dell'Ipeec e che la loro adesione è subordinata alla firma dello statuto.

(5) Ai fini della gestione amministrativa dell'Ipeec la soluzione migliore appare l'istituzione di un segretariato. Il 24 maggio e il 22 giugno 2009 a Roma dodici Stati, tra cui quattro Stati membri della Comunità europea, hanno firmato un memorandum relativo all'istituzione presso l'Agenzia internazionale dell'energia del segretariato dell'Ipeec (il "memorandum"). L'Aie ha firmato il 18 giugno 2009.

(6) Il memorandum delinea i principi generali per l'organizzazione del segretariato e contiene disposizioni relative al personale del segretariato e alle procedure di assunzione, agli aspetti dei finanziamenti e alle procedure di bilancio.

(7) Il punto 16 del memorandum stabilisce che le eventuali organizzazioni intergovernative che vogliano aderire all'Ipeec saranno invitate a firmare il memorandum.

(8) È opportuno che la Comunità europea firmi lo statuto e il memorandum.

(9) È opportuno che la Comunità europea versi all'Ipeec un contributo per le spese amministrative,

Decide:

Articolo 1

1. Lo statuto della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (Ipeec) – allegato I della presente decisione – è approvato a nome della Comunità europea.

2. Il memorandum relativo all'istituzione presso l'Agenzia internazionale dell'energia del segretariato della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica – allegato II della presente decisione – è approvato a nome della Comunità europea.

Articolo 2

Il presidente del Consiglio è autorizzato a designare la persona o le persone abilitate a firmare a nome della Comunità al fine di esprimere l'assenso della Comunità ad essere vincolata:

— dallo statuto della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica (Ipeec), e

— dal memorandum relativo all'istituzione presso l'Agenzia internazionale dell'energia del segretariato della Partnership internazionale per la cooperazione sull'efficienza energetica.

 

Fatto a Bruxelles, il 30 novembre 2009.

Allegato I

Statuto per la Partnership internazionale per la cooperazione in materia di efficienza energetica

Le sottoscritte entità statali nazionali (collettivamente i "membri") stabiliscono il seguente statuto per la Partnership internazionale per la cooperazione in materia di efficienza energetica (Ipeec), che fungerà da quadro di riferimento per la cooperazione internazionale in materia di efficienza energetica e favorirà una cooperazione internazionale agile e produttiva nel campo della promozione dell'efficienza energetica e del risparmio energetico. L'Ipeec promuoverà lo scambio di idee e cercherà la collaborazione con altre organizzazioni e organismi internazionali per realizzare sinergie ed evitare inutili doppioni.

1. Scopo dell'Ipeec

L'Ipeec si propone di agevolare le azioni che comportano un aumento sensibile dell'efficienza energetica. I membri possono scegliere di intraprendere queste azioni su base volontaria, nei casi in cui ritengano che possano apportare loro un valore aggiunto, tenendo conto della propria situazione economica e tecnologica e di altre circostanze. L'Ipeec promuove l'efficienza energetica su scala mondiale fungendo da forum ad alto livello per le discussioni, le consultazioni e lo scambio di informazioni. Non elabora né adotta norme o obiettivi in materia di efficienza per i propri membri.

2. Attività di cooperazione dell'Ipeec

2.1. L'Ipeec può svolgere attività di cooperazione tra i membri intese a:

2.1.1. sostenere i lavori in corso dei membri diretti a promuovere l'efficienza energetica, inclusa l'elaborazione di indicatori dell'efficienza energetica definiti a livello nazionale, il repertoriamento delle migliori pratiche e il potenziamento degli sforzi nazionali di raccolta dei dati;

2.1.2. scambiare informazioni sulle misure atte a migliorare in misura sensibile l'efficienza energetica su base settoriale e intersettoriale, tra cui: norme/codici/regole e marchi per edifici, prodotti e servizi consumatori di energia intesi ad accelerare la penetrazione nel mercato delle migliori pratiche, tenendo conto della situazione specifica dei singoli membri; metodologie per la misurazione dell'energia, procedure di controllo e di verifica, protocolli di certificazione ed altri strumenti volti ad ottimizzare la prestazione energetica durante il ciclo di vita di edifici, processi industriali, prodotti, apparecchi e impianti pertinenti; promozione delle condizioni e degli strumenti necessari per il finanziamento di misure di efficienza energetica e definizione di principi diretti ad incentivare gli investimenti in efficienza energetica; politiche di appalti pubblici volte a promuovere l'acquisizione di prodotti, servizi e tecnologie efficienti sotto il profilo energetico; programmi che aiutino le istituzioni pubbliche a diventare più efficienti nell'acquisto e nell'utilizzazione di edifici, veicoli, prodotti e servizi; attività di sensibilizzazione dei consumatori e delle parti interessate mediante la divulgazione di informazioni chiare, attendibili e accessibili sull'efficienza energetica, che permettano di prendere decisioni con cognizione di causa; linee guida sulle migliori pratiche per valutare l'efficacia delle politiche e delle misure in materia di efficienza energetica; cooperazione pubblico-privato per promuovere la ricerca, lo sviluppo, la commercializzazione e l'impiego di tecnologie efficienti sotto il profilo energetico, al fine di accelerarne l'impiego, la diffusione e il trasferimento; nonché azioni volte ad accelerare la divulgazione e il trasferimento delle migliori pratiche e di tecnologie efficienti e lo sviluppo di capacità nei paesi in via di sviluppo;

2.1.3. creare partenariati pubblico-privati volti a migliorare l'efficienza energetica intra e intersettoriale in settori chiave del consumo energetico, facendo leva sulle iniziative pertinenti;

2.1.4. promuovere progetti di ricerca e sviluppo congiunti riguardanti tecnologie chiave dell'efficienza energetica, in particolare per applicazioni da parte dei membri;

2.1.5. agevolare la diffusione dei prodotti e servizi del settore dell'energia che contribuiscono a migliorare l'efficienza energetica nonché

2.1.6. realizzare altre attività che promuovano gli obiettivi dell'Ipeec, stabilite di comune accordo dai membri.

3. Organizzazione dell'Ipeec

3.1. I membri istituiscono un comitato politico, composto da un rappresentante ad alto livello per ciascun membro, e un comitato esecutivo, composto da un rappresentante a medio livello per ciascun membro.

3.2. Il comitato politico definisce la struttura generale e le politiche dell'Ipeec, comprese le modalità finanziarie, esamina i progressi compiuti dai gruppi di lavoro e i lavori del comitato esecutivo e del segretariato e fornisce direttive al comitato esecutivo. Il comitato politico si riunisce almeno una volta all'anno. La data e il luogo delle riunioni saranno stabiliti dai suoi membri.

3.3. Il comitato esecutivo sovrintende l'organizzazione delle riunioni annuali del comitato politico, esamina e adotta il programma di lavoro e il bilancio annuali, esamina le domande di adesione, orienta e sovrintende i lavori del segretariato, elabora proposte per i gruppi di lavoro e ne esamina i lavori. Il comitato esecutivo si riunisce almeno una volta all'anno. La data e il luogo delle riunioni saranno stabiliti dai suoi membri.

3.4. Salvo disposizione contraria, il comitato politico e il comitato esecutivo decidono per consenso.

3.5. Il comitato esecutivo può approvare la creazione di gruppi di lavoro, composti da rappresentanti di una parte o della totalità dei membri, per lavorare, se necessario, su singoli progetti.

3.6. Su richiesta, un rappresentante di ciascun gruppo operativo, scelto dal gruppo, riferisce al comitato esecutivo, per iscritto o di persona, sui progressi compiuti nell'esecuzione del progetto. I gruppi di lavoro si riuniscono con la frequenza necessaria per esaminare i progressi compiuti nello svolgimento delle rispettive attività, individuare orientamenti promettenti per il loro lavoro futuro e presentare raccomandazioni al comitato esecutivo e al comitato politico sulle azioni richieste.

3.7. Il comitato politico e il comitato esecutivo eleggono ciascuno tra i membri un presidente e uno o più vicepresidenti per un periodo di due anni.

3.8. L'Ipeec può tenere riunioni a livello ministeriale, quando necessario. Nel corso di dette riunioni saranno esaminati i progressi della collaborazione nell'ambito dell'Ipeec e saranno forniti orientamenti generali sulle priorità per il lavoro futuro.

3.9. Il principale coordinatore delle comunicazioni e delle attività dell'Ipeec è il segretariato dell'Ipeec. Il segretariato svolge le seguenti funzioni: 1) organizza le riunioni del comitato politico e del comitato esecutivo; 2) organizza attività particolari quali teleconferenze e seminari; 3) riceve e inoltra al comitato esecutivo le nuove domande di adesione; 4) coordina le comunicazioni sulle attività dell'Ipeec e sul relativo stato di avanzamento, inclusa la creazione e il mantenimento di un sito web dell'Ipeec; 5) funge da centro di smistamento dell'informazione per l'Ipeec; 6) conserva documentazione di archivio per il comitato politico e il comitato esecutivo; 7) prepara una relazione annuale sotto la supervisione del comitato esecutivo e 8) svolge altri compiti indicati dal comitato esecutivo. Le funzioni svolte dal segretariato sono di natura amministrativa.

3.10. Per assicurare la sostenibilità e la coerenza delle attività dell'Ipeec sarà istituito un apposito segretariato. Il segretariato dell'Ipeec sarà ospitato presso l'Agenzia internazionale per l'energia (Aie), in modo da consentire all'Ipeec di mettere pienamente a frutto le conoscenze, l'esperienza e le capacità dell'Aie. Il segretariato sarà aperto alla partecipazione di tutti i membri dell'Ipeec. Riceverà direttive dal comitato esecutivo e riferirà a detto comitato. Il segretariato sarà finanziato dai contributi volontari (finanziari o in natura) di tutti i membri.

3.11. In aggiunta al personale impiegato dal segretariato, quest'ultimo può, su decisione del comitato esecutivo, ricorrere ai servizi del personale impiegato dai membri e da essi messo a disposizione del segretariato. Questo personale dovrà essere remunerato dal suo rispettivo datore di lavoro e restare soggetto alle condizioni di lavoro di quest'ultimo.

3.12. Ciascun membro stabilisce individualmente la natura della sua partecipazione alle attività dell'Ipeec.

4. Membri

4.1. Il presente statuto, di natura amministrativa, non crea obblighi giuridicamente vincolanti fra i suoi membri. Ciascun membro svolge le attività contemplate dal presente statuto in conformità delle normative e dei regolamenti cui è soggetto e degli accordi internazionali di cui esso o il suo stato è parte, nei limiti dei rispettivi stanziamenti di bilancio.

4.2. L'Ipeec è aperto ad altre entità statali nazionali e organizzazioni intergovernative. La loro adesione sarà decisa per consenso dal comitato politico. L'adesione all'Ipeec è subordinata alla firma dello statuto dell'Ipeec. I paesi dei membri sono elencati nell'appendice A. L'appendice A può essere modificata per consenso dal comitato politico.

4.3. Su invito del comitato esecutivo possono partecipare ai gruppi di lavoro tecnici ed altri esperti facenti parte o no dei membri.

5. Finanziamento

5.1. Fatto salvo il punto 3.11, ciascun membro può contribuire con fondi e altre risorse al finanziamento dell'Ipecc, nel rispetto delle normative, dei regolamenti e delle politiche applicabili a tale membro. Ciascun gruppo di lavoro è finanziato dai membri che vi partecipano in conformità delle normative, dei regolamenti e delle politiche applicabili a detti membri.

5.2. Ciascun membro dovrà farsi carico delle seguenti spese, sostenute in connessione con le riunioni del comitato politico, del comitato esecutivo e dei relativi gruppi di lavoro:

— spese di viaggio e di soggiorno dei rappresentanti dei membri;

— spese di alloggio dei rappresentanti dei membri nonché

— altre spese connesse.

5.3. Prima di adottare il programma di lavoro e il bilancio annuali, ciascun membro è invitato a precisare il suo contributo all'Ipeec.

5.4. Il presente statuto non crea diritti né offre benefici, di fatto o procedurali, che possano essere fatti valere per legge o per equità nei confronti dei membri, dei loro funzionari o dipendenti o di qualsiasi altra persona. Nessun membro può presentare una richiesta di indennizzo ad un altro membro per attività da esso svolte nell'ambito del presente statuto. Il presente statuto non è diretto e non si applica ad alcun soggetto al di fuori dei membri.

6. Ricerca aperta e proprietà intellettuale

6.1. La proprietà intellettuale creata dall'Ipeec, esclusa quella risultante dall'attività dei gruppi di lavoro, è aperta e non soggetta a diritti di proprietà, salvo decisione contraria del comitato esecutivo.

6.2. La proprietà intellettuale creata o trasferita nel corso dell'attuazione di progetti eseguiti nell'ambito dei gruppi di lavoro beneficia di un'adeguata ed efficace protezione. L'attribuzione di diritti per tale proprietà intellettuale e il trattamento dell'informazione soggetta a diritti di proprietà intellettuale sono definiti da accordi di attuazione specifici conclusi tra i membri interessati.

7. Inizio, proroga, modifica, ritiro e cessazione

7.1. Il presente statuto avrà inizio il 24 maggio 2009 e resterà in vigore per 10 anni, a meno che non sia oggetto di proroga o cessazione da parte dei membri.

7.2. Il presente statuto può essere modificato per iscritto in qualsiasi momento per consenso dei membri.

7.3. Un membro può ritirarsi dall'Ipeec. In tal caso provvederà a darne notifica scritta agli altri membri almeno 90 giorni prima della data di ritiro prevista.

Appendice A: Repubblica federativa del Brasile, Canada, Repubblica popolare cinese, Francia, Germania, Italia, Giappone, Repubblica di Corea, Messico, Federazione russa, Regno Unito, Stati Uniti d'America

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Edison LÏÂÁÏ

Ministro delle miniere e dell'energia della Repubblica federativa del Brasile

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Cassie DOYLE

Viceministro delle risorse naturali del Canada

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

XIE Ji

Rappresentante della Commissione per lo sviluppo nazionale e la riforma della Repubblica popolare cinese

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Jean-Louis BORLOO

Ministro di Stato, ministro per l'ecologia, l'energia, lo sviluppo sostenibile e la pianificazione territoriale della Francia

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Bernd PFAFFENBACH

Segretario di Stato del ministro federale dell'economia e della tecnologia della Germania

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Claudio SCAJOLA

Ministro dello sviluppo economico dell'Italia

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Toshihiro NIKAI

Ministro dell'economia, del commercio e dell'industria del Giappone

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Young Hak KIM

Rappresentante del ministero dell'economia della conoscenza della Corea

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Georgina KESSEL MARTINEZ

Segretaria per l'energia del Messico

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Sergey SHMATKO

Ministro dell'energia della Federazione russa

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Ed MILIBAND

Segretario di Stato per l'energia e il cambiamento climatico del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Date: 24 maggio 2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Steven CHU

Segretario per l'energia degli Stati Uniti d'America

Date: 24 maggio 2009IT L 330/42 Gazzetta ufficiale dell'Unione europea 16.12.2009

STATUTO PER LA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

[Osservatore]

(firma)

Andris PIEBALGS

Commissario per l'energia della Commissione europea

Date: 24 maggio 2009

Allegato II

Memorandum relativo all'istituzione presso l'Aie del segretariato della Partnership internazionale per la cooperazione in materia di efficienza energetica (Ipeec)

Il segretariato dell'Agenzia internazionale per l'energia ("AÌ"), le entità statali nazionali, le entità intergovernative che hanno firmato il presente memorandum (collettivamente i "membri dell'Ipeec"); riconoscendo che i membri dell'Ipeec hanno firmato lo statuto dell'Ipeec il 24 maggio 2009 (lo "statuto"); constatando che l'Ipeec è indipendente sotto il profilo dei finanziamenti e del programma di lavoro; riconoscendo che le funzioni amministrative dell'Ipeec sarebbero meglio gestite attraverso l'istituzione di un segretariato (il "segretariato dell'Ipeec") e di eventuali unità speciali per gruppi di lavoro specifici; considerando che gli obiettivi dell'Ipeec e dell'Aie sarebbero promossi dalle possibili attività di rete da realizzarsi con reciproco vantaggio tra l'Aie ed il segretariato dell'Ipeec; e considerando, in tale contesto, la necessità di definire con precisione le modalità con cui il segretariato dell'Ipeec sarà ospitato dall'Aie;

hanno deciso quanto segue:

Principi generali

1. Il segretariato dell'Ipeec opererà sotto la direzione effettiva del comitato esecutivo (come definito nello statuto). Il programma di lavoro del segretariato dell'Ipeec sarà deciso dal comitato esecutivo.

2. Resta inteso per i membri dell'Ipeec che l'Aie non assumerà responsabilità finanziarie con riguardo all'Ipeec e al segretariato dell'Ipeec. Salvo decisione contraria dei membri dell'Ipeec, tutti i costi di funzionamento e di personale del segretariato dell'Ipeec, compresi i costi connessi alla cessazione di incarichi, saranno sostenuti mediante contributi volontari dei membri dell'Ipeec e/o di altre entità riconosciute dal comitato esecutivo.

3. A condizione di disporre di contributi volontari sufficienti, il segretariato dell'Ipeec si propone di assolvere i compiti che gli sono stati attribuiti nello statuto.

4. Il segretariato dell'Ipeec, o un'unità al suo interno, può inoltre assolvere compiti analoghi per un determinato gruppo di lavoro (come definito nello statuto), a condizione che i contributi volontari all'uopo destinati da parte dei membri dell'Ipeec che partecipano a detto gruppo di lavoro siano sufficienti.

Assunzioni e dotazione di personale del segretariato dell'Ipeec

5. Su richiesta e previa consultazione del comitato esecutivo, l'Aie procederà al reclutamento di personale per il segretariato dell'Ipeec in conformità delle norme e delle procedure vigenti dell'Aie, garantendo parità di trattamento tra i candidati dei membri dell'Ipeec.

6. Su richiesta del comitato esecutivo, in conformità della legislazione del paese in cui ha sede l'Aie e delle norme e procedure vigenti dell'Aie, il segretariato dell'Ipeec può accogliere personale prestato da membri dell'Ipeec. Ciascun membro dell'Ipeec che presta uno dei suoi dipendenti al segretariato dell'Ipeec deve continuare a farsi carico dello stipendio e delle indennità del dipendente di cui trattasi, compresi, a titolo esemplificativo e non limitativo, le spese di viaggio e di trasferimento verso e dall'Aie da esso sostenute per iniziare e terminare le sue funzioni presso il segretariato dell'Ipeec. L'Aie e gli altri membri dell'Ipeec non rispondono finanziariamente per questo tipo di spese.

7. Tutto il personale dell'Ipeec e il personale prestato dai membri dell'Ipeec lavorerà solo all'interno del segretariato dell'Ipeec e non presterà alcuna attività lavorativa per conto dell'Aie.

8. Fatti salvi i termini del presente memorandum, l'Aie assicura che il segretariato dell'Ipeec disponga di spazi ad uso ufficio attrezzati secondo le norme dell'Aie. Il personale del segretariato dell'Ipeec ha accesso ai servizi di supporto che l'Aie fornisce al proprio personale, compresi, a titolo esemplificativo e non limitativo, i servizi legali, i servizi del personale, i servizi finanziari, come pure i servizi in materia di pubblicazioni e mezzi di comunicazione, tecnologia dell'informazione, sicurezza, pulizia e manutenzione, spostamenti di lavoro e utilizzazione di spazi di riunione.

Procedure di finanziamento e di bilancio

9. I costi del segretariato dell'Ipeec e le spese relative alla sua ospitalità presso la sede dell'Aie saranno totalmente finanziati mediante contributi volontari dei membri dell'Ipeec e/o di altre entità riconosciute dal comitato esecutivo. La dotazione di personale e il bilancio del segretariato dell'Ipeec devono essere adottati dal comitato esecutivo previa consultazione del segretariato dell'Aie.

10. I membri dell'Ipeec decideranno di comune accordo l'importo e la tempistica degli eventuali contributi finanziari rispettivi. Essi prendono nota del fatto che i contributi a sostegno dell'ospitalità offerta dall'Aie al segretariato dell'Ipeec devono essere effettuati all'Aie in conformità delle norme e delle procedure finanziarie dell'Aie relative ai contributi volontari. I membri dell'Ipeec sono invitati ad utilizzare un modello di lettera fornito dall'Aie per agevolare il versamento dei contributi volontari.

11. Nel caso in cui preveda che le spese dell'Ipeec possano eccedere i contributi dei membri dell'Ipeec all'uopo destinati, l'Aie avverte il comitato esecutivo del fatto che i contributi non sono sufficienti per il segretariato dell'Ipeec per portare avanti le operazioni programmate. Il comitato esecutivo fornisce orientamenti all'Aie per ridurre le spese del segretariato dell'Ipeec e/o fornisce all'Aie fondi aggiuntivi in modo che il segretariato dell'Ipeec abbia fondi sufficienti per continuare ad operare in seno all'Aie. Nel caso in cui i membri dell'Ipeec non forniscano i necessari orientamenti e/o fondi aggiuntivi sufficienti oppure l'Aie ritenga detti orientamenti insufficienti, l'Aie può decidere di non ospitare più il segretariato dell'Ipeec.

12. I contributi volontari che non sono stati utilizzati per il segretariato dell'Ipeec al 31 dicembre di un determinato anno devono essere automaticamente riportati all'anno successivo in conformità delle procedure standard dell'Aie, purché nell'anno successivo l'Aie continui ad ospitare il segretariato dell'Ipeec.

Data di inizio, esecuzione, modifica, prosecuzione e termine

13. Le attività previste nell'ambito del presente memorandum iniziano il [data]. Nonostante quanto precede, i membri dell'Ipeec riconoscono che il segretariato dell'Ipeec non è tenuto ad assumere le sue funzioni fino a quando non siano stati assicurati i contributi volontari dei membri dell'Ipeec per il finanziamento del segretariato dell'Ipeec fino al 31 dicembre 2010, per un importo che secondo le stime dell'Aie ammonta a 1,3 milioni di Eur.

14. Il segretariato dell'Aie e il comitato esecutivo si riuniscono, se necessario, per discutere le questioni relative all'attuazione pratica e al funzionamento del presente memorandum.

15. Il memorandum può essere modificato mediante consenso espresso per iscritto dall'Aie e dal comitato esecutivo.

16. Un'entità statale nazionale o un'organizzazione intergovernativa che dopo l'inizio delle attività desideri diventare membro dell'Ipeec sarà invitata a firmare il presente memorandum e sarà definita membro dell'Ipeec ai fini del presente memorandum. Qualsiasi nuovo membro dell'Ipeec deve avere diritto ad avere persone in servizio presso il segretariato dell'Ipeec, alle condizioni sopra enunciate ai punti da 5 a 8.

17. Il presente memorandum può essere denunciato in qualsiasi momento dall'Aie o dal comitato esecutivo. In tal caso ciascuna delle due parti provvede a darne notifica scritta all'altra parte con almeno dodici mesi di anticipo.

18. Se un membro dell'Ipeec si ritira dall'Ipeec alle condizioni previste dallo statuto, la notifica di ritiro presentata dal membro dell'Ipeec in conformità di dette condizioni costituisce notifica di ritiro ai sensi del presente memorandum. Nonostante quanto precede, i membri dell'Ipeec provvedono a che il segretariato dell'Ipeec informi immediatamente per iscritto l'Aie in merito a detta notifica di ritiro. Un membro dell'Ipeec che si ritira dall'Ipeec non ha diritto a ricevere dall'Aie alcun rimborso per i contributi volontari da esso precedentemente effettuati.

19. Nel caso in cui il comitato esecutivo e l'Aie non abbiano deciso di cessare le attività ai sensi del presente memorandum prima del 30 giugno di un determinato anno, l'Aie, se necessario, procederà attraverso il comitato esecutivo ad una raccolta di fondi presso tutti i membri dell'Ipeec in modo da contribuire a garantire che il segretariato dell'Ipeec disponga di fondi sufficienti per il successivo anno di calendario. Se non riceve fondi sufficienti entro il 30 settembre di un determinato anno l'Aie può decidere di cessare di ospitare il segretariato dell'Ipeec.

20. In caso di modifica o di denuncia del presente memorandum, in forza della quale il segretariato dell'Ipeec non è più ospitato dall'Aie, i costi relativi al distacco dall'Aie di personale retribuito del segretariato dell'Ipeec nonché tutti gli altri costi diretti connessi all'ordinaria risoluzione del presente accordo dovranno essere sostenuti interamente dai membri dell'Ipeec e/o da altre entità riconosciute dal comitato esecutivo, i quali verseranno al bilancio del segretariato dell'Ipeec contributi volontari a concorrenza dell'importo a tal fine necessario, stabilito di comune accordo dall'Aie e dal comitato esecutivo; detti contributi dovranno essere effettuati in conformità delle normative e dei regolamenti dei rispettivi membri dell'Ipeec. Nel caso in cui ci sia un'eccedenza di contributi volontari nel momento in cui il segretariato dell'Ipeec non è più ospitato dall'Aie, i fondi non utilizzati dovranno essere assegnati dall'Aie ai membri dell'Ipeec in misura proporzionale ai contributi di ciascuno al bilancio dell'esercizio in corso. Questo punto deve restare in vigore anche dopo il termine del presente memorandum.

21. Il presente memorandum non impone, né intende imporre, obblighi o impegni giuridicamente vincolanti ai membri dell'Ipeec o all'Aie.

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Ambasciatore, Richard H. JONES

Rappresentante dell'Agenzia internazionale per l'energia

Date: 18 giugno 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Andre CORREA DO LAGO

Rappresentante del ministero delle relazioni esterne della Repubblica federativa del Brasile

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Kevin STRINGER

Rappresentante del ministero delle risorse naturali del Canada

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

XIE Ji

Rappresentante della Commissione per lo sviluppo nazionale e la riforma della Repubblica popolare cinese

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Pierre-Marie ABADIE

Rappresentante del ministero per l'ecologia, l'energia, lo sviluppo sostenibile e la pianificazione territoriale della Francia

Date: 22/06/09

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Detlef DAUKE

Rappresentante del ministero federale dell'economia e della tecnologia della Germania

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Daniele MANCINI

Rappresentante del ministero dello sviluppo economico dell'Italia

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Òîãu ISHIDA

Rappresentante del ministero dell'economia, del commercio e dell'industria del Giappone

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Tae Hyun CHOI

Rappresentante del ministero dell'economia della conoscenza della Corea

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Aldo FLORES

Rappresentante del segretariato dell'energia del Messico

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Sergey MIKHAYLOV

Rappresentante del ministero dell'energia della Federazione russa

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

Graham WHITE

Rappresentante del ministero dell'energia e del cambiamento climatico del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord

Date: 24 maggio 2009

MEMORANDUM RELATIVO ALL'ISTITUZIONE PRESSO L'Aie DEL SEGRETARIATO DELLA PARTNERSHIP INTERNAZIONALE PER LA COOPERAZIONE IN MATERIA DI EFFICIENZA ENERGETICA

(firma)

David SANDALOW

Rappresentante del ministero dell'energia degli Stati Uniti

Date: 24 maggio 2009

Note ufficiali

1

Parere adottato il 26 novembre 2009, non ancora pubblicato nella Gazzetta ufficiale.